Il Vangelo di oggi ci dice: “Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo”

“Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo”. Nel passo di oggi, Marco Racconta di come la maggior parte degli apostoli non credette finché Gesù non apparve a tutti.

Il Vangelo di oggi ci dice

Una volta rimproverati per la durezza del loro cuore, il Messia gli ricorda che il loro compito è quello di andare a diffondere la Verità in tutto il mondo.

Gesù risorge il sabato mattina e per prima cosa appare a Maria Magdala, alla quale aveva scacciato 7 demoni, le chiede per quale motivo piangesse e successivamente si fa riconoscere. Le dice di andare da tutti quelli che sono in lutto e di diffondere la lieta notizia. Le parole di Maria, però, non vengono credute. Gesù appare singolarmente a due apostoli, anche questi lo rivelano agli altri, ma anche loro non vengono creduti. A quel punto il Maestro si presenta a tutti e 11 ed affida loro il compito di diffondere il Vangelo.

Dal Vangelo secondo Marco (16, 9-15): “Risorto al mattino, il primo giorno dopo il sabato, Gesù apparve prima a Maria di Màgdala, dalla quale aveva scacciato sette demòni. Questa andò ad annunciarlo a quanti erano stati con lui ed erano in lutto e in pianto. Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non credettero. Dopo questo, apparve sotto altro aspetto a due di loro, mentre erano in cammino verso la campagna. Anch’essi ritornarono ad annunciarlo agli altri; ma non credettero neppure a loro. Alla fine apparve anche agli Undici, mentre erano a tavola, e li rimproverò per la loro incredulità e durezza di cuore, perché non avevano creduto a quelli che lo avevano visto risorto. E disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura»”.

Cosa ci insegna il Vangelo di oggi?

Gesù rimprovera i discepoli che avevano dubitato della sua resurrezione e successivamente affida loro il compito di divulgare il Vangelo fino al confine ultimo della terra. Affidare un tale compito a degli increduli potrebbe sembrare un controsenso, ma così non è. Qualsiasi uomo, anche quello con la fede più forte, viene tormentato dai dubbi, è la scelta successiva ai dubbi quella che conta. Se si riesce a superare la fase di perplessità, infatti, si acquista una fede ancora più forte, capace di accompagnarti per tutta la vita nella missione di divulgare la verità.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]