Vangelo di mercoledì 17 marzo: riflessione di Paolo de La Luce di Maria – Video

Gesù è per tutti. Il Signore ci dimostra che è eterno e che tocca i cuori di tutti, dalla prima all’ultima persona

Riflessioni di Paolo de La Luce di Maria

Gesù in questo Vangelo ci fa capire che i Giudei lo volevano uccidere perché non solo lui guariva di sabato, ma perché chiamava Dio suo padre e di faceva come Dio. Per loro tutto questo non era possibile.

Gesù dice: “In verità, in verità vi dico…”. Questo ripetere due volte questa affermazione, indica che Gesù, che è la verità stessa, sta affermando la sua stessa verità. E ci racconta che “il Figlio da se stesso non può fare nulla, se non ciò che vede fare dal Padre; quello che egli fa, anche il Figlio lo fa allo stesso modo. Il Padre infatti ama il Figlio, gli manifesta tutto quello che fa”.

Il Padre e il Figlio ci amano allo stesso modo

Ci spiega così che Dio è Padre e Gesù è il Figlio, ma nella realtà sono la stessa cosa perché decidono insieme, amano insieme, perdonano insieme…  La Trinità è infatti un unico Dio composto di tre persone diverse. Dio è infatti Padre, Figlio e Spirito Santo. Dio è quindi uno e trino, composto di tre realtà unite in una e diverse tra loro.

Dice inoltre Gesù: “Chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha la vita eterna e non va incontro al giudizio, ma è passato dalla morte alla vita”. Qui Gesù afferma qualcosa di straordinario. Ci dice che chi vivrà nella grazia di Dio andrà in Paradiso, passerà dalla morte alla vita (senza nemmeno passare per il Purgatorio)! Non è bello tutto questo?

Pochi sanno forse di una cosa: che il Paradiso è bellissimo! Noi non ce ne rendiamo conto. Facciamo un esempio: noi spesso pensiamo che non può esistere qualcosa di più bello della terra. E invece no! Perché anche se nella terra ci sono tante cose belle, ci sono anche tante cose brutte. Pensiamo al dolore, alla guerra, alle ingiustizie, alla povertà, alle calamità naturali, alle contaminazioni con cui l’uomo inquina la terra…

La meraviglia del Paradiso

Invece in Paradiso, per fare un esempio, è vero che non avremo la macchina, ma voleremo! Non ci saranno aerei, ma noi andremo dove voreremo con un pensiero! Vedremo Dio e i nostri cari! Mangeremo ma senza avere più fame! In Paradiso non ci sarà sonno, sarà sempre giorno!

E, come mi ha raccontato un mio amico che ha vissuto un’esperienza forte in questo senso, vedremo tutte le persone che nella vita che se ne sono andate prima di noi che ci sono state a fianco. Quando poi questo mio amico è tornato, dopo sei mesi di coma, alla vita di tutti i giorni e, svegliandosi, ha visto la moglie con i figli, si è messo a piangere. Sarebbe dovuto essere un momento di gioia, lui invece voleva rimanere dove stava.

Quindi noi dobbiamo avere la consapevolezza che è vero che Dio ci ha dato una terra così bella, ma ci ha dato una vita che ad un certo punto finisce, con delle sofferenze. Ci ha promesso però la gioia e la pace eterne, delle meraviglie che lui solo sa. Per questo io credo che valga la pena vivere bene la vita, senza sporcarci troppo. Pensiamo anche solo alle immagini dei social, a quanta volgarità, che arrivano addirittura agli occhi dei bambini!

Io sono sicuro che se ci sono bambini che oggi ancora credono in Gesù, ci aspetta ancora qualcosa di bellissimo. Impegniamoci tutti perché un giorno possiamo essere lì eternamente con Dio!

Gesù è per tutti

Dobbiamo pregare quindi per tutti quelli che non sanno ciò che stanno perdendo e che questo tempo che stiamo vivendo ci faccia riflettere e ci faccia essere migliori. Gesù è per tutti. Il Signore ci dimostra che è eterno e che tocca i cuori di tutti, dalla prima all’ultima persona di questa terra e che ci vuole bene.

In questo Vangelo ci dice una cosa bellissima, che è questa: “Viene l’ora in cui tutti coloro che sono nei sepolcri udranno la sua voce e usciranno, quanti fecero il bene per una risurrezione di vita e quanti fecero il male per una risurrezione di condanna”. Chiediamo che la nostra sia una risurrezione di vita e che il Signore abbia sempre misericordia di noi.

Sia lodato Gesù Cristo.

Redazione

Paolo è il fondatore della Luce di Maria, è un laico, padre di famiglia e sposato in chiesa.
Tutte le sere alle ore 00:00 recita in diretta Facebook e Youtube de La Luce di Maria, il Santo Rosario che accompagna con delle riflessioni spontanee sulla Parola del Vangelo del giorno a venire.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it