Vangelo del giorno secondo Giovanni 6,16-21 – audio e commento di Don Gaetano

Vangelo
Gesù cammina sulle acque

Vangelo del sabato della II settimana di Pasqua – II settimana del salterio – anno B

Dal Vangelo secondo Giovanni 6,16-21

Venuta la sera, i suoi discepoli scesero al mare
e, saliti in una barca, si avviarono verso l’altra riva in direzione di Cafarnao. Era ormai buio, e Gesù non era ancora venuto da loro.
Il mare era agitato, perché soffiava un forte vento.
Dopo aver remato circa tre o quattro miglia, videro Gesù che camminava sul mare e si avvicinava alla barca, ed ebbero paura.
Ma egli disse loro: «Sono io, non temete».
Allora vollero prenderlo sulla barca e rapidamente la barca toccò la riva alla quale erano diretti.
Parola del Signore

Dopo la moltiplicazione dei pani e dei pesci Gesù si era ritirato sul monte solo in preghiera. I suoi discepoli decidono di precederlo all’altra riva e devono affrontare da soli la traversata. Incontrano il vento contrario e fanno fatica a procedere; ma proprio quando sono all’estremo delle forze li raggiunge Gesù camminando sul mare. Solo allora, avendo preso il loro Signore nella barca, raggiungono velocemente l’altra riva. È questa una viva immagine di tutta la traversata che la Chiesa deve fare nella storia. Gesù sta davanti al Padre per intercedere per noi suoi discepoli e se anche sembra averci lasciato soli Egli veglia su di noi e quando maggiormente la Chiesa deve attraversare delle prove Egli sempre raggiunge i suoi e li aiuta nel cammino. Oggi particolarmente la Chiesa sta attraversando una grande prova e Gesù non ci ha lasciati soli : ha mandato sua Madre che è con noi ad aiutarci a vivere nella fedeltà e nella fiducia; ha suscitato uomini e donne santi per ricordarci che non dobbiamo mai venire meno nella prova ma sempre uniti a Lui ce la faremo. Lui stesso, Gesù, ha moltiplicato la sua misteriosa presenza con prodigi e segni offrendoci con abbondanza la sua misericordia per sostenere il nostro cammino di fede. Coraggio, allora, e fiducia! Fidiamoci sempre dell’amore di Gesù e sotto la guida di Maria, continuiamo la nostra traversata nell’ora presente della storia.

Buona giornata. Vi benedico. Don Gaetano