Vangelo del giorno secondo Luca 9,22-25 – il commento di don Gaetano

vangelo del giorno secondo luca  9,22-25
prendere la propria croce e riscattare la propria vita

Tempo di Quaresima – giovedì dopo le ceneri 15 febbraio – II settimana del salterio 

Dal Vangelo secondo Luca 9,22-25 

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Il Figlio dell’uomo, disse, deve soffrire molto, essere riprovato dagli anziani, dai sommi sacerdoti e dagli scribi, esser messo a morte e risorgere il terzo giorno».
Poi, a tutti, diceva: «Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua.
Chi vorrà salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per me, la salverà.»
Che giova all’uomo guadagnare il mondo intero, se poi si perde o rovina se stesso?»

Parola del Signore

riflessione

Dietro a Gesù che é sospinto dallo Spirito nel deserto tutta la Chiesa ricomincia di nuovo il suo cammino di discepolato. Rimanendo nel deserto Gesù si è unito intimamente al volete del Padre che lo aveva mandato per essere il nostro Redentore. Il Padre gli aveva affidato questa missione per tutta l’umanità e Lui, il Figlio prediletto, aveva da sempre detto SI a questo santo Volere. Ora dice a noi tutti quale é la condizione fondamentale per seguirlo in questo cammino verso il Padre: “rinnegare se stessi e prendere la croce ogni giorno dietro a Lui” . Qui si tratta di conquistare il Cielo e non il mondo! Il peccato porta invece a conquistare il mondo ma poi conduce alla rovina eterna . Siamo all’inizio di questo cammino di penitenza; abbiamo chinato il capo ieri per accogliere le ceneri con l”impegno di rigettate il peccato con decisione per scegliere di appartenere totalmente a Gesù e con lui offrire la nostra vita per la gloria del Padre. Coraggio, allora! Giorno dopo giorno seguiamo Gesù rinunciando a noi stessi e alla mentalità mondana e idolatra che è attorno a noi.

Buona giornata e avanti con Maria. Vi benedico. Don Gaetano