Vangelo del giorno secondo Mc 8, 11-13

vangelo del giorno lunedì 12 febbraio
Gesù lascia la Sua Parola come Segno

Vangelo del giorno e commento di Don Gaetano

lunedì 12 febbraio – VI sett. del Tempo Ordinario – seconda del salterio

Dal Vangelo secondo Marco  8,11-13

In quel tempo, vennero i farisei e si misero a discutere con Gesù, chiedendogli un segno dal cielo, per metterlo alla prova.
Ma egli sospirò profondamente e disse: «Perché questa generazione chiede un segno? In verità io vi dico: a questa generazione non sarà dato alcun segno».
Li lasciò, risalì sulla barca e partì per l’altra riva.

Commento al Vangelo

Il segno più luminoso che il Padre ha dato a tutta l’umanità e in particolare al suo popolo eletto è la stessa Persona del suo Figlio unigenito; nella sua santa umanità c’è tutto l’amore misericordioso che l’uomo sempre ha cercato. Cercare altri segni per credere è tentare Dio ed è detto: “non tenterai il Signore Dio tuo”. Gli umili e i peccatori hanno saputo credere in Gesù senza cercare ulteriori segni; chi invece non ha il cuore puro cerca sempre segni dal cielo per credere ma Dio non si rivela ai superbi e ha chi ha il cuore indurito. Cresciamo nella vera fede e viviamo con gioa la nostra amicizia con Figlio di Dio che ha preso dimora in mezzo a noi.

Buona giornata e buona settimana. Vi benedico. Don Gaetano