Uomini e bambini sgozzati in missione in Africa

Morti sgozzati da giovani musulmani
“I giovani musulmani non ascoltano nessuno e cercano lo scontro!” Un urlo che il vescovo comboniano di Bangassou, nella Repubblica Centroafricana, ha lanciato l’altro ieri al fratello. “Sono tre domeniche che si siedono davanti alla cattedrale perché nessuno passi e non ci lasciano aprirla.”. Poi ha inviato il messaggio dell’orrore… disperato: “La missione di Gambo è stata saccheggiata! Ci sono stati 50 morti sgozzati inclusi bambini! Abbiamo bisogno delle vostre preghiere!”.

L’attacco impietoso dei musulmani
Da giorni erano assediati. Le milizie cristiane erano riuscita a cacciare i miliziani musulmani seleka, ma i soldati egiziani – che pare siano sotto l’egida dell’Onu – li hanno scacciati. Così i musulmani sono tornati e hanno incominciato a tagliare gole. Il vescovo, Juan José Aguirre Muñoz, è rimasto asserragliato insieme ad altri tre preti per lungo tempo. Il vescovo ha espresso il suo timore per altre missioni simili a quella di Gambo.

Scampato alla morte per salvare musulmani
Poco tempo fa, a maggio, lo stesso vescovo era scampato ad un attacco violentissimo contro dei musulmani a Bangassou. In quell’occasione atroce, il vescovo ha salvato la vita a migliaia di musulmani che scappavano da una moschea e con l’aiuto dei “Caschi blu” portoghesi, li ha poi accolti nella cattedrale e nel seminario del luogo.
Shamaysan