Un piccolo gesto di altruismo cambia la giornata ad un’anziana e diventa virale

Un piccolo gesto di altruismo cambia la giornata ad un'anziana e diventa viraleIl giovane Mateus Kaszela si è reso protagonista di un piccolo gesto di altruismo che ha commosso il web. Una mattina di inizio maggio si trovava a passeggio per le strade di Cracovia (Polonia) quando la sua attenzione è stata attratta dallo sguardo stanco e perso nel vuoto di un’anziana venditrice di fiori. Con l’intento di rendere migliore la giornata della donna le si è avvicinato ed ha chiesto: “Quanto costa un mazzolino?”, la donna ha risposto “5 zsloti (1.20 euro)” e questo le ha chiesto allora: “Secondo lei qual è il più bello?”.

La donna, sorpresa da quella domanda, ha risposto che li aveva composti tutti lei, ma il ragazzo ha insistito chiedendole quale tra quelli fosse il suo preferito. La venditrice ha dato uno sguardo al secchio pieno di mughetti e dopo qualche istante ne ha estratto un mazzo e lo ha porto al giovane. A quel punto Mateus le ha detto: “Questo è per lei”. L’anziana ha rifiutando, dicendo di non poter accettare, ma il ragazzo ha insistito e dopo averle chiesto il nome (la donna si chiama Maria) le ha chiesto in cambio un sorriso e la possibilità di farsi scattare una foto con lei da un amico lì presente.

Mateus pubblica la foto e la storia su Facebook, in poche ore diventa virale

Il ragazzo decide di raccontare questa storia attraverso un post su Facebook in cui aggiunge anche la foto. Quindi aggiunge il seguente commento che scalda il cuore di molti cittadini polacchi: “Il mio cuore arde di gioia. Non dimenticherò mai il sorriso di Maria. Mi riempie di felicità. La felicità vera. Ricordatevi di pensare alle centinaia di anziani che stanno cercando di cavarsela come meglio possono vendendo frutta o verdura”.

In breve tempo quel gesto di altruismo diventa virale ed in risposta alla buona azione di Mateus, altri utenti pubblicano storie e foto di quotidiano altruismo in cui si soffermano a dare una mano a chi sta peggio di loro.  Questa storia è l’esempio di come l’altruismo possa essere contagioso e come basti veramente poco per cambiare la giornata ad una persona che soffre.

Luca Scapatello