Musulmano incontra Gesù e la sua vita cambia

Musulmano incontra Gesù e la sua vita cambia
Battesimo

Musulmano incontra Gesù e la sua vita cambia. Leggere le storie di conversioni, da parte di persone che non conoscevano il nostro Dio, potrebbe dare, a tutti noi, un forte segno di quanto la nostra spiritualità possa essere condivisa da popoli che, per nascita, appartengono ad altri credi. Inoltre ci aiuta a “rinfrescare” il nostro cristianesimo, riflettendo, attraverso le parole dei neo-convertiti, sui motivi per cui il nostro Gesù è il Dio dell’amore, che a tutti viene dato e di cui tutti hanno bisogno.

Un giovane turco, di nome Aytaç Güzelmansur, musulmano di nascita, oggi si è convertito al cristianesimo e si è fatto battezzare con nome di Timoteo: Dopo circa due anni dall’inizio del mio interesse per il cristianesimo, presi la decisione di farmi battezzare. Un sacerdote dei “Piccoli Fratelli di Gesù” mi ha preparato per il battesimo. Il 6 gennaio 1997 sono stato battezzato con il nome di Timoteo, nell’allora cattedrale del vicariato apostolico di Anatolia, nella città di Mersin. (…) Questo nome l’ho scelto io personalmente, perché Timoteo era un seguace di san Paolo. Timoteo era originario di Iconio, l’attuale città turca di Konya. Quando egli, assieme a Paolo, iniziò a evangelizzare l’Anatolia era giovane come me quando chiesi il battesimo. In una lettera Paolo scrisse a Timoteo: “Nessuno disprezzi la tua giovane età, ma sii esempio ai fedeli nelle parole, nel comportamento, nella carità, nella fede, nella purezza.”.

La scelta di Timo non è stata certamente senza dolore, ma sicuramente senza ripensamenti. In un primo momento -come accade spesso in questi casi- è stato bandito dalla famiglia e allontanato da tutti gli amici che non capivano il suo cambiamento di rotta.

Senza desistere, Timo ha, in seguito, deciso di studiare teologia all’Università di Augusta e alla Gregoriana di Roma. “Dopo il mio incontro con alcuni cristiani, ho iniziato a leggere la Bibbia, in particolare il Nuovo Testamento. E da subito sono stato affascinato dalla persona di Gesù. Questo fascino, che ancora oggi mi avvince, e la sorpresa (a causa della meraviglia) che Gesù mi ama così tanto da salire sulla croce e dare la vita per me, sono i motivi per cui sono diventato cristiano.”.

“Se Gesù dona la sua vita per me io come posso rispondere? Per me questa rappresenta la domanda fondamentale. E mi è sembrato logico ricambiare questo amore seguendo Cristo e ricevendo il battesimo.”.

Al momento, in tutto il mondo, come Timo ci conferma, ci sono tanti musulmani che decidono di convertirsi. Preghiamo insieme che questo sia un segno forte di “aumento della fede” nel Cristo risorto, per noi, per loro e per l’umanità intera.

“Ci sono persone musulmane di una profonda religiosità alla ricerca di Dio, che per questo trovano nel cristianesimo un Dio che li ama e offre loro pace e accoglienza. Grazie all’incontro con Cristo, scoprono un’immagine di Dio che ovviamente non possono trovare con l’islam.”.