“Ha un tumore, potrebbe essere contagioso”. L’insegnate emargina così un 13enne

tumoreHa un tumore, potrebbe essere contagioso! Questo è quello che un ragazzo di 13 anni, affetto dal linfoma non-Hodgkin, si è sentito dire da un suo insegnante.
A partire dai linfociti B e T, quel genere di tumore può colpire vari organi. Per questo, il ragazzo aveva già fatto un ciclo di chemioterapia, da cui si stava riprendendo abbastanza in fretta.

Tornato in classe dopo tanta sofferenza, però, ha trovato un ambiente ostile, a dir poco, causato dal suo insegnante.
Infatti, proprio perché evidentemente convalescente, è stato messo in isolamento, lontano dal resto della classe e si è visto privare della possibilità di sostenere gli esami.

Ha un tumore, l’insegnante lo emargina

Il ragazzo si chiama Xiaozhou ed è cinese. Il docente in questione era anche il Vice Preside dell’istituto. Dopo l’accaduto, è stato sospeso giustamente, con l’accusa di discriminazione.
La scuola di Liancheng Primary School di Quanzhou ha dovuto accogliere la denuncia del padre del ragazzo, mentre anche il web faceva circolare le desolanti immagini di Xiaozhou, messo da parte come un appestato.

Il ragazzo non aveva parlato in famiglia di quanto stesse male per la situazione che si era creata intorno al suo caso, per non dare ulteriori preoccupazioni ai genitori, ma poi il papà ha scoperto tutto e, ovviamente, si è indignato ed ha provveduto a difendere il figlio: “Mio figlio è costretto a sedersi lì come un pazzo, quanto deve essere triste?”.
E noi ci chiediamo: quanti danni fa l’ignoranza che, anche nelle scuole, viene propagata da insegnanti poco coscienziosi e tanto disinformati?

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI