Tragedia in mare: sacerdote si tuffa e non riemerge più

Il prete che durante l’estate prestava servizio presso la diocesi modenese, si era recato nella spiaggia di Marina di Massa Carrara dov’è avvenuto il dramma.

Don Casimiro, da tanti anni passava le estati proprio su quella spiaggia, a Boccassuolo di Palagano. A tradirlo è stato proprio il mare, quello che lui conosceva tanto bene.

Don Casimiro, sacerdote annegato

Era un sacerdote molto conosciuto e considerato “di casa” in quel territorio. Don Kazimierz Klawczynski, noto a tutti come don Casimiro, da 25 anni andava in spiaggia in quella zona. A tradirlo, quella mattina, dopo aver raggiunto a piedi la spiaggia, sono state le condizioni del mare. È annegato giovedì nelle acque di Marina di Massa Carrara, davanti all’ex colonia Ugo Pisa a Partaccia.

Don Casimiro aveva 63 anni e identificarlo non è stato facile per le forze dell’ordine. Il suo cadavere, una volta recuperato, è rimasto per giorni senza nome. Aveva come unico segno di riconoscimento un crocifisso al collo. A identificarlo è stata la Polizia, grazie anche all’aiuto dei bagnanti.

Alloggiava in un camping vicino la spiaggia

Il sacerdote alloggiava in un camping del posto, in una roulotte di alcuni conoscenti e viene descritto come una persona riservata. L’allarme è stato dato perché il sacerdote non rispondeva al cellulare da tempo: “Ci siamo allarmati perché il telefono cellulare continuava a squillare senza risposta. Così abbiamo aperto la roulotte e visto che era tutto in ordine, ma che don Casimiro non c’era. A quel punto ci è venuto in mente che poteva essere la persona sulla quale stava indagando la polizia” – ha dichiarato il titolare del camping dove l’uomo soggiornava.

Chi era don Casimiro

Don Casimiro era molto conosciuto nella zona. Sacerdote dal 1984, da molte estati svolgeva attività pastorale sull’Appennino modenese, e proprio qui aveva conosciuto il proprietario della roulotte.

Un giorno di festa doveva essere, per i suoi 25 anni di permanenza estiva in quel posto: questo è ciò che i fedeli della parrocchia di Boccassuolo avevano organizzato per il loro don Casimiro. Ma la tragedia ha sconvolto il cuore di tutti.

La tragedia che ha sconvolto tutti

Prima di partire per la Polonia, la salma di don Casimiro farà un ultimo passaggio nei luoghi amati di Boccasuolo, per consentire a tutti i fedeli di rendergli l’estremo omaggio.

Anche noi ci uniamo in preghiera ed accompagniamo l’anima di don Casimiro in Paradiso.

LEGGI ANCHE: Covid: ancora sacerdoti tra le vittime. Cresce un vuoto nella Chiesa

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]