“Tocca i cuori dei terroristi, affinché riconoscano il male delle loro azioni” Papa Francesco prega così.

 

IMG_2193-740x493

CRACOVIA, 30 LUG – La preghiera di Papa Francesco si fa intensa, il suo volto serio lascia trasparire un profondo dolore per quello che sta accadendo nel mondo. Così si inginocchia e prega nel silenzio e nel raccoglimento poi in un fuoriprogramma scrive la sua preghiera in favore dei martiri Cristiani, e in modo particolare davanti alle reliquie dei due martiri Francescani morti in missione in odore di Santità. Ecco la sua preghiera: “Tocca i cuori dei terroristi, affinché riconoscano il male delle loro azioni e tornino sulla via della pace e del bene, del rispetto per la vita e della dignità di ogni uomo, indipendentemente dalla religione, dalla provenienza, dalla ricchezza o dalla povertà”. Lo ha scritto il Papa in una preghiera lasciata nella chiesa di San Francesco. Lì si venerano le reliquie dei due martiri Francescani Zbigniew Strzałkowski e Michał Tomaszek, uccisi da “Sendero luminoso” il 9 agosto 1991 in Perù, e beatificati nel 2015 insieme al sacerdote italiano Don Alessandro Dordi.