Texas: il Tempio Satanico non vuole seppellire i feti abortiti

 

Giunge oggi la notizia che i rappresentanti del Tempio Satanico in Texas si rifiutano di obbedire alla nuova legge promossa dal Texas Department of Health and Human Services e disposta dal governo dello stato confinante con il Messico che obbliga le strutture adibite all’aborto di dotarsi di un forno crematorio o di un campo santo per seppellire i corpi dei bambini abortiti, invece di gettarli nella discarica come fatto finora.

La legge proposta lo scorso luglio ed approvata in questi giorni entrerà in vigore il prossimo 19 dicembre, ma il Tempio Satanico non ha intenzione di rispettare le nuove regole e pretende che i suoi adepti siano liberi di rifiutarsi a seguirle per motivi religiosi. Sul sito della setta si legge: “Il Tempio satanico crede che riti di sepoltura non siano una componente consolidata della pratica religiosa. Questo non è pacifico e legale nella totalità della storia degli Stati Uniti”.

Il rifiuto si basa sulla convinzione e sulla consapevolezza che, in base alle leggi USA, non si può obbligare un gruppo religioso di aderire a comportamenti, leggi e regolamenti che vanno contro alle pratiche e le regole religiose, ed infatti continuando a leggere il loro sito troviamo questa asserzione: “Inoltre, i membri del Tempio satanico credono nell’ inviolabilità del corpo e, come tale, queste regole contraddicono le nostre convinzioni fondamentali”.

Le regole riguardanti la sepoltura dei feti sono state varate nel rispetto dell’etica e della pubblica decenza ma anche nel rispetto della salute psicologica delle donne che si trovano nella condizione di dovere e volere abortire. Ciò nonostante il Tempio Satanista non recede dalle proprie posizioni e si dichiara disposto ad affiancare la loro lotta giuridica in tribunale con l’ausilio di legale, qualora fosse necessario.