Test Covid e gravidanza: l’infelice paragone del virologo Crisanti

“Mi piacerebbe sapere cosa c’è dietro quella striscetta”, replica il dottor Andrea Crisanti, Direttore di Microbiologia e Virologia dell’Azienda Ospedaliera dell’Università di Padova.

Coronavirus
test Covid – photo web suorce

Il professore si riferisce al nuovo test per verificare il possibile contagio da Coronavirus, che si può trovare presso le farmacia del nostro Paese. Viene definito il test “fai da te” e sta già creando non poche perplessità, in merito alla sua efficacia e alle modalità in cui viene somministrato.

L’intenzione sembrerebbe buona, atta a risolvere i dubbi di molti che, con l’arrivo della stagione fredda e delle influenze di circostanza, potranno sapere se si sono ammalati di Covid oppure no. La diffusione di questo tipo di test permetterebbe alla maggior parte della popolazione di avere delle risposte rapidissime.

Il nostro test Covid apprezzato in tutta Europa

In molti Paesi europei, l’iniziativa è stata molto apprezzata. Ne è artefice la Federfarma, la Federazione nazionale delle Farmacie convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale.
Il dottor Andrea Crisanti, direttore di Microbiologia e Virologia dell’Azienda Ospedaliera dell’Università di Padova, invece, tenta di ribaltare l’opinione pubblica, esprimendo ogni sua perplessità e utilizzando un paragone alquanto infelice – a nostro parere. Ha detto, infatti: “Penso che in un’epidemia la tracciabilità e l’identificazione dei contatti sia un caposaldo”.

Questa non credo sia una cosa seria”, e poi ha paragonato il test Covid fai da te “a un test di gravidanza”. Ed è questo che ci lascia estremamente attoniti. Mentre il mondo cristiano combatte l’aborto dilagante; mentre il nostro Paese registra un calo demografico allarmante, si minimizza l’attendibilità del test di gravidanza che ha notoriamente portato “felici notizie” alle coppie in attesa?

Pur non essendo né virologi, né medici, possiamo affermare che il test di gravidanza è molto veritiero. Se lo si usa a dovere, ed è usato da decenni. Certo non si può dire la stessa cosa del test Covid, così come non si può ritenere che essere in attesa di un figlio sia paragonabile neppure lontanamente a contrarre il Covid! Quale paragone più infelice, nell’accostare la vita che nasce alla drammaticità della pandemia odierna!

Antonella Sanicanti

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]