Terrore a Londra Triplice Attacco Terroristico!

La polizia di Londra continua a non esprimersi in via ufficiale sulla natura degli ‘incidenti’, ma su Twitter raccomanda ai cittadini di mantenere la calma e restare vigili.

Terrore nel cuore di Londra colpita da tre attacchi in zone vicine a London Bridge. Un pulmino ha investito alcuni pedoni sul London Bridge, dove sono almeno due le persone uccise secondo il Telegraph. La polizia di Londra ha riferito che sta rispondendo ad un “incidente” in corso anche a Vauxhall mentre un attacco con coltellate e’ segnalato stanotte anche nella zona di Borough Market, dove la polizia risulta essere intervenuta e aver aperto il fuoco. Lo riporta la Bbc, senza poter precisare se nell’episodio siano coinvolte le stesse persone che hanno agito a London Bridge.

Tre aggressori di sesso maschile armati con coltelli le cui lame apparivano lunghe attorno ai 30 centimetri. E’ l’identikit, descritto ai media da alcuni testimoni oculari, delle persone hanno agito stanotte a Londra, seminando il panico nella zona di London Bridge e verosimilmente anche in quella di Borough Market. Secondo i testimoni i tre sospetti, forse scesi dal pullmino coinvolto nel presunto attacco di London Bridge.

Testimoni hanno riferito a SkyNews che l’uomo alla guida del pulmino che ha investito alcune persone su London Bridge ne avrebbe poi aggredite altre a coltellate. In precedenza, si era parlato di spari, che non e’ chiaro se possano essere venuti dallo stesso presunto aggressore o da agenti di polizia intervenuti sul posto.

“Run, hide, tell”: scappate, nascondetevi e riferite. Così Scotland Yard in un tweet rivolto alle persone che si trovano nella zona dei presunti attacchi avvenuti stanotte nel centro di Londra. In un successivo messaggio, viene rivolto poi un invito a cercare di mantenersi “calmi, ma vigili”. Scene di panico e di angoscia sono state mostrate dai media e sui social fra passanti e turisti di varia nazionalità.

Scotland Yard ha chiesto alla gente di non avvicinarsi all’area di London Bridge, mentre il ponte è in questo momento in via di evacuazione. Intanto è stata chiusa anche la stazione omonima della metropolitana. La zona, ad alta concentrazione turistica, é affollata di persone, in giro di sabato sera. L’Unità di Crisi della Farnesina è al lavoro per verificare l’eventuale coinvolgimento di connazionali negli attacchi a Londra in stretto contatto con l’ambasciata d’Italia.

Fonte: ANSA