Suor Emmanuelle: “Lo scontro finale tra bene e male riguarda il matrimonio”

Suor Emmanuelle: "Lo scontro finale tra bene e male riguarda il matrimonio"
Suor Emmanuelle Maillard (Websource/Archivio)

Suor Emmanuelle Maillard ha fatto visita all’Italia ed ha portato la propria testimonianza sul periodo storico che sta vivendo la Chiesa con particolare attenzione al messaggio di Fatima ed a quello di Medjugorje. Per Suor Emmanuelle ci troviamo nel periodo in cui tra il bene ed il male, tra la Chiesa e Satana si sta svolgendo la lotta finale, ovvero l’attacco al matrimonio. Ha parlato di questo in una chiesa, Maria Regina della Famiglia di San Martino in Rio, gremita di fedeli che pendevano dalle sue labbra, ma il sito ‘La Bussola Quotidiana‘ ha voluto intervistarla per affrontare in maniera approfondita l’argomento e di seguito vi riportiamo i punti salienti dell’intervista.

Il primo punto toccato nell’intervista è proprio quello della guerra tra bene e male, sulla quale l’intervistatore chiede alla suora a che punto siamo. Lei con grande umiltà risponde: “Non sono una profetessa, ma vedo che all’inizio delle apparizioni la Madonna ha detto che Satana sarà sconfitto dopo la rivelazione dei segreti. Dunque basta guardare la realtà: vediamo che cosa succede nel mondo, non c’è bisogno di avere studiato tanto per vedere che siamo nel punto dove il male è talmente attivo fino ad attaccare i piccoli nelle scuole che non possono evitare di essere avvelenati: programmi satanisti, impuri, la pornografia”.

Insomma per suor Emmanuelle l’incremento del male nella società odierna è evidente e spera che il superamento di questa fase di oscurità arrivi presto, d’altronde i veggenti di Medjugorje sono stati chiari in questo: “Si prepara un tempo nuovo, un tempo in cui, quando sarà passata questa ondata di male, di buio e di confusione, allora arriverà la Vittoria del Cuore Immacolato”. Prima che questo tempo nuovo arrivi, però, c’è bisogno di vincere la battaglia finale: quella sul matrimonio.

L’intervistatore le chiede se è davvero quello il punto di scontro e suor Emmanuelle annuisce aggiungendo: “Ogni volta che leggo di una nuova legge è un passo avanti verso la distruzione del piano che Dio ha fatto sull’umanità. Tutti soffriamo di questa situazione: siamo in piena guerra spirituale tra la luce e la tenebra. Vede che cosa succede? Divorzi, tradimenti, pornografia, le persone convivono naturalmente, ma è un peccato grave eppure lo fanno tutti. Gli adulteri sono ormai normalizzati e i piccoli sono martiri. Tutto questo ‘uccide’ i bambini, i nostri piccoli. Ma Dio prepara una Nuova Pentecoste”.

La Pentecoste di cui parla la religiosa è una discesa dello Spirito Santo tesa ad illuminare i giusti ed i peccatori un evento che porrà fine alle iniquità e che riempirà di gioia i giusti: “Una Nuova Pentecoste di amore, ce ne parla la Serva di Dio, proclamata da Papa Francesco, Marthe Robin. Non sarà come la prima Pentecoste, ma riguarderà tutta l’umanità: lo Spirito santo scenderà su di noi e tutti potranno vedere la loro anima come Dio la vede, potete chiamarla anche illuminazione delle coscienze. E questa illuminazione sarà per tutti e sarà terribile per coloro che sono nel peccato perché vedranno con orrore che cosa sarà il peccato e saranno tentati di disperare. Vedendo l’orrore del peccato e le conseguenze che hanno provocato, quel peccato sarà una sofferenza insopportabile, ma per quelli che sono toccati da Dio, sarà una grazia meravigliosa. Per questo la Madonna da 36 anni ci ripete: ‘Andate a confessarvi, abbandonate il peccato’. Invece il peccato è diventato diffuso tanto che ormai pensiamo che abortire sia una cosa normale”.

Luca Scapatello