Suor Andrè: 116 anni a servizio di Dio e dei poveri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:17

E’ la donna più anziana d’Europa, ed è anche una suora: la vita di Suor Andrè davanti a 116 candeline da spegnere.

suor andrè
photo web source: ilgiornale.it

Una vita dedicata alla preghiera, questo è stato il suo segreto. Suor Andrè ed i suoi 116 anni vissuti seguendo solo Dio.

Suor Andrè: 116 anni con Dio

Ha 116 anni la donna più anziana d’Europa ed è, anche, una suora. Stiamo parlando di Suor Andrè del convento di Sanit Vincent De Paul. Nata nel 1904, con il nome di Lucille Randon: è nata sotto la Terza Repubblica Francese, ha attraversato due guerre mondiali ed ha visto il susseguirsi di ben 10 Papi.

Una vita, la sua, vissuta nella preghiera e nell’ascolto della Parola di Dio. Nonostante tutto, ha voluto festeggiare il suo compleanno nella Casa di riposo di Sainte-Catherine-Labouré a Tolone, dove attualmente risiede.

La sua vita

Una donna dal grande cuore e dal grande coraggio. Nata da una famiglia protestante, fu battezzata a 26 anni e, a 40 anni, entrò nell’Ordine delle Figlie della Carità. La sua vita? Completamente dedicata ai poveri, agli orfani e agli anziani. Ha passato 28 anni della sua vita monastica all’ospedale di Vichy proprio per assistere i poveri e gli ammalati. E all’età di 105 anni, nel 2009, finalmente ha deciso di dedicarsi al riposo, per meglio pregare e meditare la Parola di Dio.

Suor Andre: “Ecco perché ho scelto questo nome”

A chi le ha chiesto perché ha scelto come “nuovo nome” Andrè, lei ha risposto: “Ho scelto il nome di mio fratello, l’unico perplesso della famiglia per la mia vocazione”.

Il segreto: Pregare!

La sua vita è legata a doppio filo con Dio: “Sono stata in punto di morte tre volte e per tre volte ne sono uscita. Non so come. Avevo una gemella che morì quando aveva solo un anno e mezzo per un incidente. Forse Dio ha voluto che io vivessi anche i giorni di mia sorella” – ha raccontato. Ma a chi le chiede qual è il vero segreto per vivere così a lungo, a Suor Andrè le si illuminano gli occhi: “Essere ancora in grado di pregare, nonostante io sia cieca e su una sedia a rotelle”.

Un esempio di vita vissuta a servizio degli ultimi e per gli ultimi. Una vita dedicata a Dio e ricompensata con la grazia di una lunga vita. Che il Signore ti protegga sempre Suor Andrè.

Buon compleanno!

ROSALIA GIGLIANO

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]