Strappa i passaporti per salvare la figlia di 10 anni dal matrimonio combinato

Una donna nativa del Bangladesh ha trovato il coraggio di opporsi alla volontà del marito evitando in questo modo un matrimonio combinato per la figlia di 10 anni. Pare, infatti, che il marito avesse trovato un accordo per dare in moglie la bambina ad un cugino di 22 anni e che la famiglia stesse per partire alla volta del paese asiatico per concretizzare l’accordo, quando la donna ha deciso di ostacolare il marito strappando il passaporto suo e della figlia.

Maltrattamenti e privazioni non sono bastati a piegare la volontà di questa donna, decisa ad impedire che la figlia (specialmente una volta che è cresciuta in Italia) subisse un destino simile al suo. Questa ha raccontato alla polizia di aver discusso tante volte con il marito sulla necessità di quel matrimonio ed ogni volta la discussione terminava con il marito che si faceva ragione con la forza. Con l’avvicinarsi della data, la donna si era rassegnata al destino deciso per la bambina, ma un ultimo litigio le ha dato la forza di combattere per un futuro differente.

Il litigio in cucina e la decisione di strappare i passaporti

La donna ha raccontato che un giorno si era messa a cucinare senza il permesso del marito e che questo per punirla le aveva inferto un taglio con il coltello sul palmo della mano. Lei allora ha deciso di strappare il passaporto suo e quello di sua figlia, obbligandolo ha dichiararne la scomparsa al consolato ed alla polizia. La partenza era stata rimandata ma, ottenuti i permessi, il giorno del matrimonio si stava avvicinando, poco prima di partire la donna ha trovato il coraggio di denunciare gli abusi subiti ed il matrimonio combinato, facendo arrestare il marito che adesso è in attesa di giudizio.

Durante il procedimento giudiziario, infatti, la donna ha confermato la versione dei fatti esposta alla polizia, mentre il marito ha negato l’esistenza del matrimonio ed ha dichiarato che la moglie si è ferita alla mano per separarsi da lui. Ad inchiodare l’uomo c’è la testimonianza della figlia che ha dichiarato di aver sentito più volte litigare i genitori sul matrimonio. La sentenza sul caso verrà emessa in luglio.

Luca Scapatello