Marta ecco come è cambiata la mia vita,. Storie vere di fede….

CONFESSION_1

Ciao a tutti! Io sono Cristina Marta, sono sposata, ho 4 figli e vivo in Italia. Quello che sto per raccontarvi è successo veramente, non potrei mai mentire sulle cose che sto per dirvi. Tutto è successo otto anni fa, avevo ricevuto un libro di preghiere dal mio cognato che è padre francescano. Non l’ avevo aperto per tre anni. Trascorsi questi tre anni, ho avuto un anno in cui mi sono sentita molto male. Avevo la pressione alta ma io questo non lo sapevo. Ero sempre agitata, trattavo male mio marito e anche i miei figli. A quel tempo lavoravo all’ hotel, facevo le pulizie. Mentre lavoravo, mi è capitato di guardarmi allo specchio e mi sono vista diversa, più scura, la mia immagine era spenta. Mi sono spaventata e mi sono detta..quanto sono cattiva. Pensavo che quell’immagine era dovuta alla mia cattiveria. Da quel punto, avevo deciso di cambiare la mia vita e così ho iniziato a pregare come non l’ avevo mai fatto prima. Signore! Dicevo…aiutami, cambia la mia vita, da oggi in poi voglio vivere solo per Te. Mio Dio! Vieni da me, cambia la mia mente, il mio cuore, dammi un cuore nuovo pieno di: amore, umiltà, bontà, saggezza…pieno di Te! Così avevo pregato per un anno intero. Avevo fatto la mia scelta di credere e seguire Gesù. Anche se la mia salute era peggiorata io non mi scoraggiai e andavo avanti con le preghiere fatte dal mio cuore. Un giorno, facendo delle pulizie nell’ armadio, avevo preso tra le mani il libro di preghiere che mi aveva regalato mio cognato. Dopo aver spolverato, ho provato a mettere il libro a posto ma non riuscivo più. Il libro si era come “attaccato alle mie mani”. Così decisi di aprirlo e ho recitato tre o quattro preghiere di Santa Brigida che mi avevano toccato il cuore. Piano piano, ho visto che di preghiere ce n’erano 15 e che Gesù stesso aveva promesso a Santa Brigida di riversare tante grazie su tutti coloro che reciteranno le preghiere per un anno intero. Ogni volta che pregavo, piangevo tanto perché in queste preghiere vedevo tutto quello che Gesù aveva sofferto per me. Erano già 6 settimane da quando dicevo le preghiere quando cominciai a sentirmi ancora più male. Avevo un grande dolore nel petto, la tosse secca e tanta fatica a respirare.Vedevo trascorrere nella mente tutti i momenti passati della mia vita, a partire da quando ero piccola fino ad allora. Erano circa le 21:00 dell’ otto maggio 2012. Ero nella camera da letto. Mio marito ed il figlio più piccolo stavano dormendo. Io invece continuavo a sentire quel forte dolore nel petto mentre mi venivano mostrati, come un film, tutti i momenti passati della mia vita. Ad un certo punto sentii un campanello. Il dolore non c’era più. Il cuore smise di battere. Cominciavo a salire piano piano verso l’alto come se stessi volando. Non capivo cosa stava succedendo. Cercavo disperatamente di svegliare mio marito con un piede. Io sentivo come lo stavo colpendo, lui invece non sentiva niente. Ho guardato verso il basso e ho visto il mio corpo immobile disteso sul letto. In pochi istanti, con una velocità inspiegabile, mi sono ritrovata davanti a Gesù. Se solo potesse la mia bocca raccontare quello che hanno visto i miei occhi e cosa ha provato la mia anima vedendo il Signore. Quanto amore, quanta bontà, pace, misericordia e tranquillità. La mia anima si è riempita di un’ enorme felicità al ritrovamento del suo Creatore e Salvatore. Solo davanti al Signore la mia anima poteva provare una felicità così grande. Lui mi ha guardata con amore e misericordia poi mi ha fatto un segno col bastone di tornare indietro. Quando mi sono svegliata, il mio primo pensiero è stato quello di voler salire su una torre della Chiesa per poter gridare al mondo intero che Dio esiste, ci ama e ci perdona tutti basta solo tornare da Lui. E che anche io amo e perdono tutti perché siamo fratelli e ci dobbiamo perdonare a vicenda. Dopo 3 giorni, mi sono vista nella Chiesa della mia città natale. Ero sola. Ho guardato verso l’ altare. Il mio sguardo si alzò piano piano fino al punto dove una volta, durante la mia infanzia c’era una statua della Madonna. All’ improvviso, nella parete della Chiesa comparve una crepa che poi si aprì del tutto e riuscivo a vedere il cielo. Poi il cielo si aprì 3 volte come se fosse fatto di 3 strati con 3 porte. Era apparsa una piccola luce di una brillantezza mai vista che cresceva sempre di più fino a quando è apparsa la Beata Vergine Maria. Era di una bellezza e brillantezza che non si può descrivere a parole. Aveva i capelli biondo scuro, gli occhi azzurri, il viso leggermente ovale. Portava i vestiti dorati. Il suo sguardo era rivolto verso l’alto, non mi ha guardata e non mi ha detto niente però ho sentito lo stesso amore, la stessa pace e bontà che avevo sentito in presenza di Gesù. Ho pianto di gioia un giorno intero e per tanto tempo mi sono meravigliata di come la mia anima sapeva esattamente chi avrebbe sentito e visto. A causa del mio dolore, sono andata al Pronto Soccorso. Ho scoperto di avere la pressione alta. Ci sono stati dei notevoli cambiamenti nella mia vita e nella mia famiglia a seguito di questa scoperta. Subito dopo ho fatto la confessione più buona che potevo ma…Non era sufficiente. Così Dio piano piano, durante tre settimane mi mostrò tutti i miei peccati più grandi fatti durante la mia vita e che non avevo mai confessato. Ho visto nella mia mente ogni peccato, il luogo con chi ero e come ero vestita. La maggior parte erano consigli sbagliati che avevo dato agli altri e quindi loro avevano peccato per colpa mia, in seguito ai miei consigli. Mi sono confessata di nuovo e finalmente mi sentivo libera, ho sentito lo Spirito Santo scendere su di me. Ero molto felice, piena di gioia, amore e di profumi che mi circondavano. Avevo il Paradiso sulla terra. Dopo di me, hanno cominciato anche i miei figli e mio marito a pregare le 15 orazioni, dopo di loro anche gli altri familiari e poi altri ancora. Io continuavo a essere felice ma un giorno uno dei miei cari mi chiese: mamma, io quando sentirò quello che senti tu? Da quel momento mi sentii molto triste perché non mi sono resa conto che solo io ero così felice. Ho iniziato a piangere e a pregare tanto dicendo: Mio Signore! Mi hai fatto vedere il Paradiso. Come potrei essere felice da sola senza la mia famiglia, senza i miei cari? Ti prego Signore, fa che tutte le persone sulla terra possano sentire quello che sento io, voglio condividere la mia felicità con gli altri. Prendi un pezzetto dal mio cuore e dallo agli altri, dai quello che hai dato a me. Perché io non potrei mai e non voglio essere felice senza di loro. Mio Signore! Io ti supplico! Così ho pregato tanto tempo fino a quando.. Dopo 3 mesi di preghiera mi sono vista di nuovo insieme al Signore su una collina. Mi ha preso il braccio e con il dito mi ha scritto una frase incomprensibile per me. Quella frase si è stampata sul mio braccio come una frase di luce. Tutti coloro che reciteranno le 15 orazioni per un anno intero, avranno lo stesso segno di luce. Successivamente mi ha fatto capire che c’è una data entro la quale le persone possono ancora convertirsi. Poi ho avuto una visione che si ripeteva quasi ogni giorno. Vedevo un cerchio con tante mani una sopra l’ altra di donne, uomini e bambini e anche un verso scritto indecifrabile per me. Ho chiesto a Dio di dirmi il significato e quello che dovevo fare perché io da sola non ero in grado di capire. E così un giorno sentii una voce dentro di me che mi diceva: di alla gente di pregare gli uni per gli altri e per il mondo intero. Ogni giorno alle ore 15 diranno le loro intenzioni aggiungendo a queste le intenzioni della Madre Celeste e per la pace e poi si recita la coroncina della Divina Misericordia. Chi si trova in viaggio oppure non può, dirà 3 Padre Nostro, 3 Ave Maria e 3 Gloria al Padre e così impariamo ad amarci e a volerci bene come fratelli. Io da questo messaggio avevo capito che non possiamo lasciare che passi come qualunque ora il grande dono di Dio, come l’ ora della Divina Misericordia. E quindi possiamo dire in ogni luogo ed in ogni circostanza una preghiera anche se non si riesce a recitare la coroncina. Io sentivo che il Signore era presente in maniera costante nella mia vita, in ogni istante, in ogni cosa che facevo. Quindi ho consigliato le 15 orazioni cominciando dai familiari, passando poi agli amici e conoscenti perché grazie a queste orazioni, mi è stata offerta un’altra possibilità. Desideravo che la mia gioia nel conoscere il Signore, la conoscessero anche gli altri. Dopo qualche giorno, mentre ero con la mia famiglia al mare, ho visto improvvisamente un grande segno sul cielo. Era una specie di tunnel. Aveva il contorno blu e la parte interna bianca candida. All’ apparizione di questo segno, mi resi conto che Dio mi aveva perdonata. Per tanti mesi ho pianto di gioia ma anche perché non mi sentivo degna di tutto ciò che avevo ricevuto. Tramite queste orazioni ho visto il volto del Signore e tante sono le promesse e le grazie che Dio donerà a chi le recita. Io ho portato con me nella preghiera la famiglia, i parenti, gli amici ecc. Essi hanno portato con loro altri ed altri ancora. Tu chi porteresti con te? E loro chi porteranno? Non dobbiamo avere qualcosa di speciale per vedere e sentire il Signore. Io sono una semplice persona come le altre. Se ce l’ho fatta io, puoi farcela anche tu!! Per favore, provate a recitare queste preghiere almeno per una settimana e vedrete e sentirete la differenza. Io ho visto come le persone che reciteranno queste preghiere, brilleranno come le stelle del cielo e così brilleranno anche le anime che saranno liberate dal Purgatorio attraverso loro! Dobbiamo scegliere di credere, amare e seguire Gesù. Dobbiamo rinunciare al tutto il male che c’è dentro o fuori di noi. Invece di portare al collo oggetti portafortuna, dobbiamo portare gli oggetti religiosi benedetti. Non dobbiamo mai credere nella fortuna, negli oroscopi, ai medium o altri mezzi e metodi al di fuori di Dio. Dobbiamo sapere che esistono solo 2 vie, Dio e satana e che non c’è via di mezzo e dobbiamo stare attenti chi scegliamo. Nelle prime 2-3 settimane di preghiera, chi le reciterà, sarà tentato di lasciarle. Grandi grazie riceveranno invece le persone che rimarranno fedeli alla preghiera. Attraverso queste preghiere e con le scelte giuste di cambiare vita, Dio entrerà nel vostro cuore. In ogni momento di debolezza, buio o difficoltà, prima di agire dobbiamo metterci nei panni di Gesù, cosa farebbe, come risponderebbe? Così impareremo ad amarci e a perdonarci. Anche se non sono mai stata a Medjugorje, ho sognato la Madonna di marmo bianco che piangeva con le lacrime di sangue e aveva le ferite sulle guance perché piangeva da tanto tempo. Dopo 3 giorni l’ho sognata di nuovo. Questa volta portava un vestito bianco e blu, era molto felice e dietro di Lei danzava l’ aurora boreale. Io non so dirvi cosa significano questi sogni però, ho avuto il sentimento che accadrà qualcosa di brutto ma la Madonna ci proteggerà. Fratelli e sorelle! Io vi auguro buona preghiera e non dimenticate: saremo sempre uniti in preghiera nell’ ora della Divina Misericordia! Grazie a Dio e grazie a voi!