Stagista aiuta disabile a mangiare, il video diventa virale

Stagista aiuta disabile a mangiare, il video diventa virale
Stagista aiuta disabile a mangiare

Wellington Bruno De Oliveira Sacramento è divenuto famoso in tutto il mondo quando ha aiutato un ragazzo disabile a consumare il pasto acquistato da Giraffa, il fast food brasiliano nel quale lavora come stagista. Vi chiederete come abbia fatto un gesto così semplice e naturale a diventare popolare in tutto il mondo e la risposta è semplice: una cliente del fast food, commossa dall’altruismo del ragazzo lo ha filmato mentre aiuta il cliente a mangiare ed ha messo il video sui social dove è diventato virale nel giro di poche ore.

Ignaro di essere ripreso, il diciassettenne brasiliano ha portato il pasto ordinato da Pablo Washington, un ragazzo con difficoltà di articolazione delle mani, e si è accorto che il cliente avrebbe incontrato molte difficoltà nel mangiare così lo ha aiutato a consumare il pasto. Un gesto semplice e apparentemente normale, ma che in pochi sarebbero disposti a fare, sopratutto in orario di lavoro.

L’improvvisa celebrità e lo stupore di Wellington

Quando il giorno successivo al bel gesto di altruismo Wellington si è ritirato a casa è rimasto sorpreso dal sentire la madre dire “Sei famoso, il tuo video gira su internet”, affermazione alla quale ha risposto con circospezione: “Quale video?!?”. Questo perché il diciassettenne non aveva detto a nessuno quanto aveva fatto il giorno precedente poiché lo riteneva un gesto assolutamente normale.

Intervistato dai media locali, infatti, il ragazzo ha detto che l’altruismo è un valore fondante per la sua famiglia, motivo per cui ha cominciato a lavorare prima di compiere 18 anni: i genitori erano entrambi senza lavoro e lui voleva dargli una mano con i pagamenti. Ma Wellington assicura che la solidarietà è anche uno dei concetti base del posto in cui lavora, dunque trova assolutamente assurda l’attenzione mediatica ricevuta: “Quando ho saputo delle ripercussioni sono rimasto senza parole, perché ho fatto una cosa normale”. Senza saperlo, insomma, Wellington ha offerto a tutti una lezione di umanità ed umiltà importantissima.

Luca Scapatello