Sono disperati: i loro beni vanno all’asta | Ma ecco un gesto ribalta la situazione

Quando ciò che hai, frutto di una vita di sacrifici, ti viene sottratto senza via di scampo, ti senti perduto. Ma, è proprio nel momento della disperazione che interviene un angelo.

La storia che vi raccontiamo è quella di un uomo che ha saputo trasformare una passione senza scrupoli in un’occasione per operare il bene.

enrico
Enrico, il giovane che ha compiuto il gesto di solidarietà – photo: alicanthe

La solidarietà verso due anziani

Una passione un po’ insolita che però ha portato un giovane 30enne a compiere un gesto di vera carità. Le aste giudiziarie, cosa che Enrico segue da tempo, l’hanno portato ad imbattersi nella vendita della casa di una coppia di anziani di Terni, che se la sono vista sottrarre dall’ufficiale giudiziario.

Nella vita le difficoltà le possiamo trovare tutti. Io, nonostante le aste giudiziarie le frequenti spesso, non accetto che simili provvedimenti siano presi nei confronti di persone deboli” – ha spiegato Enrico.

Enrico e la passione per le aste giudiziarie

Ma andiamo con ordine. Nel suo spulciare tra le varie aste giudiziarie, come fa di solito, Enrico si è battuto in una serie di mobili in vendita e ne è rimasto interessato. Ha deciso di acquistarli ma, poi, ha pensato di chiamare i legittimi proprietari.

La donna gli ha raccontato tutta la vicenda, del perché sono stati sottratti a loro questi mobili. Enrico quindi, comprendendo la situazione, ha deciso di bloccare il suo acquisto e di fare un’opera buona: lasciare i mobili ai loro legittimi proprietari. “Mi è stato chiesto il perché di questa scelta ed io ho risposto che non solo non avrei voluto nemmeno vedere i mobili che avevo comprato, ma che non ritenevo neppure giusto portarli via a persone che magari li avevano comprati con tanti sacrifici” – ha raccontato il giovane.

LEGGI ANCHE: Ecco un’idea per fare un regalo di Natale davvero utile

Due anziani e i mobili pignorati: il gesto del giovane

Un gesto d’amore e di solidarietà che non si è fermato, semplicemente, alla restituzione dei mobili. Lì, in una coppia dove “è invalida e seguita dagli assistenti sociali e lui non sta molto bene in salute”, come ha continuato a raccontare Enrico, ha deciso di fare qualcosa in più.

Ha voluto fare una donazione alla coppia di anziani mettendo loro a disposizione per tutta la vita i loro mobili. In questo modo, ne ha assicurato loro l’usufrutto, evitando che fossero di nuovo passibili di pignoramento. “La signora mi ha chiamato e si è messa a piangere. Mi ha ringraziato, raccontandomi anche la situazione di disagio in cui vive. A loro voglio solo augurare tanta salute, perché ne hanno davvero poca” – ha confidato Enrico.

Un che ha ridonato la vita e la speranza a due anziani che avevano, ormai, perso tutto.

Fonte: alicanthe

LEGGI ANCHE: Sconfiggere la solitudine? | Ecco la bellissima idea di alcune donne

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it