Sara guarisce dal cancro e ringrazia la Madonna: “E’ tutto merito suo”

Malata di cancro da 6 anni, Sara guarisce nel 2017, nell’anno del 300° anniversario di Nostra Signora de Aparecida. Per lei è tutto merito della Madonna.

Sara guarisce dal cancro
(Websource/Archivio)

In segno di riconoscimento la ragazza è andata in pellegrinaggio ad Aparecida per donare alla Beata Vergine i capelli persi durante la chemioterapia.

La malattia di Sara

Nel 2011 Sara Conceiçao Santiago Ferreira, 18enne di Sant’Antonio de Padua (Rio de Janeiro), scopre di essere malata di cancro. I medici le diagnosticano un Linfoma di Hodgkin, un tumore alla ghiandola linfatica. A distanza di 6 anni riesce a guarire dalla malattia per intercessione della Madonna ed oggi la sua storia viene raccontata da ‘Aci Stampa’.

Inizialmente la 18enne era molto spaventata, ma grazie al supporto della sua famiglia è riuscita ad abbandonare la paura ed affidare la sua guarigione al Signore. Si sottopone a 21 sessioni di chemioterapia e 12 di radioterapia ed alla fine del trattamento la malattia sembra essere scomparsa. Nel 2014, però, durante una visita di controllo, i medici le dicono che il tumore è tornato più aggressivo di prima. Questa volta sarà necessaria una chemioterapia più invasiva ed un operazione di trapianto di midollo. La ragazza si sottopone a 35 sedute di chemio, ma prima dell’operazione insorgono altri problemi.

La trombosi e la battaglia legale per il farmaco

A causa delle sedute di chemioterapia Sara sviluppa una trombosi ad un occhio, inoltre l’operazione non si può effettuare perché manca un farmaco necessario. La famiglia della ragazza intavola una battaglia legale per ottenere il permesso per il trapianto. Una prima svolta avviene nei giorni della Novena di Nostra Signora di Aparecida, quando a casa le arriva una benedizione speciale di Papa Francesco. La ragazza sente che la Madonna è dalla sua parte e prega con determinazione.

Il 14 ottobre di quell’anno viene dato il permesso per l’operazione e Sara viene preparata per il trapianto. Purtroppo i primi due tentativi falliscono e la ragazza sente il bisogno di affidarsi totalmente alla Madonna, per sopravvivere o per porre fine alle proprie sofferenze. Sara infatti ad Aci Stampa ha raccontato: “Ho chiesto alla Madre Aparecida di curare tutto, e che se non era il volere di Dio almeno mi portasse in Cielo, accanto a Lei e al suo amato figlio Gesù”.

La guarigione ed il ringraziamento alla Madonna di Aparecida

Ad inizio 2016 i medici effettuano i controlli per capire se Sara possa essere operata e per fortuna il cancro si era fermato. Nel marzo dello stesso anno dunque affronta un altro ciclo di chemioterapia per essere pronta al trapianto. Questa volta va tutto per il meglio il 29 aprile, due giorni dopo la Pasqua, le arriva la notizia tanto attesa: il midollo non è stato rigettato. Da quel momento in poi la malattia non si è più ripresentata e Sara è sicura che Nostra Signora di Aparecida ha avuto un ruolo determinante.

Nel 2017 lei e la madre, nell’anno mariano di Aparecisa (il 300° anniversario del ritrovamento della statuetta), sono andate al Santuario per consegnare i capelli persi durante la chemio. Un gesto di ringraziamento per la guarigione. Oggi Sara afferma con felicità: “Grazie a Dio e alla potente intercessione di Nostra Signora sto benissimo. Continuo l’accompagnamento oncologico, e ogni sei mesi mi sottopongo a tutti gli esami. Dopo tante lotte e molte preghiere, finalmente ho una routine normale”.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]