Santuario di Luordes apre alle coppie gay? Arriva la smentita

Il Santuario di Lourdes risponde alle insinuazioniIl Santuario di Lourdes smentisce ufficialmente le voci su un’apertura alle coppie gay in vista del prossimo San Valentino e promette azioni legali.

Qualche giorno fa sul quotidiano francese ‘Le Figaro‘ è apparso un trafiletto nel quale si ventilava la possibilità che il Santuario di Lourdes potesse aprire le porte e dunque dare riconoscimento alle coppie Gay in vista del prossimo San Valentino. Tale iniziativa sarebbe stata inoltre effettuata per questioni monetarie. La voce di corridoio sarà sembrata ghiotta alla redazione di ‘Libero’, visto che il giorno successivo è apparso un articolo intitolato ‘Per riempire le casse Lourdes benedice le coppie gay’.

In effetti l’articolo ha suscitato una discreta sensazione tra i lettori, un simile riconoscimento da parte del Santuario Mariano avrebbe avuto una portata gigantesca per le aspirazioni delle coppie gay. Allo stesso tempo sono cominciate le critiche e i mugugni dei lettori contrari ad una simile iniziativa. Il problema, però, è che tale iniziativa non è mai esistita e che la voce riportata non era suffragata da alcuna prova. Per tale motivo i responsabili del Santuario di Lourdes si sono visti costretti a pubblicare una smentita ufficiale.

La smentita del Santuario: “Basta con la divulgazione di voci non confermate”

Nel comunicato riportato da gran parte dei quotidiani nazionali, si legge in primo luogo la smentita alle voci contenute negli articoli. Si spiega che le insinuazioni di ‘Libero’ provengono da una fonte francese e che le informazioni ivi contenute non hanno alcuna attendibilità: “L’autore dell’articolo pubblicato da Le Figaro, che si firma sotto pseudonimo, non ha mai contattato il Santuario, che ha intrapreso le opportune azioni per ripristinare la verità”. Il contenuto degli articoli è stato dunque ritenuto diffamatorio e nello stesso comunicato viene evidenziato come presto i responsabili del Santuario di Lourdes adiranno alle vie legali per bloccare la divulgazioni di voci fasulle e non confermate: “Si riserva pertanto di adire alle vie legali per ristabilire la verità”.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello