San Paolo della Croce, il Santo di oggi 19 ottobre: fondò i Passionisti

San Paolo della Croce fondò i Chierici scalzi della santa Croce e della Passione di Nostro Signore Gesù Cristo, detti Passionisti.

San Paolo della Croce Sacerdote
San Paolo della Croce (websource)

San Paolo della Croce, al secolo Paolo Francesco Danei, nacque a Ovada (Piemonte), il 3 gennaio 1694. Il Santo proveniva da una famiglia tradizionalmente nobile, tuttavia caduta in povertà. Dunque, il giovane Paolo si diede da fare per aiutare le finanze familiari, essendo il primo di 16 figli. La sua educazione fu incentrata principalmente sui principi cristiani, essendo il Santo stato educato da un Sacerdote che teneva una scuola per ragazzi.

La giovinezza di San Paolo della Croce

Si palesò ben presto la vocazione spirituale che accompagnò San Paolo fin dagli anni dell’adolescenza. Il giovane passava gran parte della sua giornata raccolto in preghiera. Ogni giorno prendeva parte alla Santa Messa e si accostava ai Sacramenti. Tra questi, il Santo provava una spiccata devozione nei confronti dell’Eucaristia. Intorno all’anno 1720 si palesò nel Santo la volontà e l’ispirazione di fondare una nuova Congregazione.

La scelta eremitica

La sua vocazione spirituale lo portò a fare una scelta molto importante nella sua vita. All’età di 26 anni circa, San Paolo della Croce volle provare l’esperienza di vita eremitica. Fu così che, rivestito di tunica nera e cappuccio, si ritirò in una cella all’interno della chiesa dei Santi Carlo ed Anna, dopo aver ricevuto l’approvazione vescovile.

Alla continua ricerca dell’approvazione papale

Negli anni da eremita, il Santo redasse la Regola della sua Congregazione. Tentò più volte di recarsi a Roma per incontrare il Pontefice Innocenzo XIII, senza successo. Dopo qualche anno, il Santo corresse alcune parti della sua Regola, con l’ausilio del Vescovo Emilio Cavalieri. Lo stesso Vescovo aiutò Paolo ad incontrare il nuovo Pontefice, Benedetto XIII, che autorizzò il Santo ad accogliere compagni nella sua nuova Congregazione. Fu lo stesso Pontefice ad ordinare Sacerdote Paolo, nella basilica di San Pietro in Roma.

L’approvazione papale

Divenuto Sacerdote, San Paolo della Croce si adoperò con costanza per ricevere la definitiva approvazione della sua Congregazione. A distanza di diversi anni, la Congregazione venne approvata come ente morale di culto nel 1769. Fu il Pontefice Clemente XIV a redigere l’atto di approvazione.

La nascita dei Passionisti

Questo può essere considerato l’anno di fondazione ufficiale della Congregazione dei Chierici scalzi della santa Croce e della Passione di Nostro Signore Gesù Cristo, detti comunemente Passionisti. Oltre alla figura di suo fratello Giovanni Battista, che fu tra i primi ad entrare nella Congregazione, ricordiamo il nome di Agnese Grazi, prima collaboratrice del Santo.

Culto

Dopo aver fondato anche l’Ordine delle Claustrali Passioniste, San Paolo della Croce morì a Roma, il 18 ottobre 1775. Tra le principali caratteristiche della sua spiritualità è da annoverare la sua forte devozione per la Croce. Papa Pio IX lo proclamò Beato nel 1853. Lo stesso Pontefice, nel giugno del 1867, lo dichiarò Santo. La Chiesa Cattolica festeggia la sua memoria liturgica il 19 ottobre.

Fabio Amicosante

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]