San Luigi de Montfort ci insegna come pregare

San Luigi de Montfort e la preghiera a Maria
Preghiamo

Maria è la Madre nostra e la Madre di Dio, suo e nostro Creatore.
E’un concetto un po’ complicato, che comprendiamo, però, per fede. Sappiamo, infatti, che lei è la prescelta, la donna senza peccato, che Dio ha designato tra tutte le altre, per portare in grembo il nostro uomo/Dio.
E Gesù, proprio per questo, mai potrà essere completamente scisso dalla Madre.

Pertanto, molte preghiere, tante catechesi e diverse testimonianze ci insegnano ad affidarci alla Madre, per arrivare al Figlio; a chiedere l’intercessione di Maria, perché le nostre invocazioni possano spiccare il volo verso il cielo.
In “Il segreto di Maria”, San Luigi Grignon de Montfort ce ne da conferma: “Consacrarsi così a Gesù per mezzo di Maria è mettere nelle mani di Maria le nostre buone opere che, anche se sembrano buone, sono molto spesso macchiate e indegne dello sguardo e dell’accettazione di Dio, davanti al quale le stelle non sono pure”.
Sarà, dunque, la nostra Madre celeste che renderà più opportune, più pure e più sante, le nostre richieste, in modo che possano essere elevate al Cristo.

Dice ancora San Luigi de Montfort: “Tutto quello che facciamo è piccola cosa! Mettiamolo allora nelle mani di Maria con questa devozione. Quando ci saremo dati realmente a lei, tanto quanto ci si può donare, spogliandoci di tutto in suo onore, ella sarà infinitamente più generosa verso di noi, ci darà per un uovo un bue. Si comunicherà a noi interamente, con i suoi meriti e le sue virtù; metterà la nostra offerta sul vassoio d’oro della sua carità e, come Rebecca fece con Giacobbe, ci rivestirà degli splendidi abiti di suo Figlio primogenito e unigenito, Gesù Cristo, cioè dei suoi meriti che ha a disposizione. Così, quali suoi domestici e schiavi, dopo esserci spogliati di tutto per onorarla, avremo vestiti doppi”.
Maria diviene così, per ognuno di noi, la strada più veloce per arrivare a rendere meritevoli i nostri intenti. Lei, con il suo esempio, non manca mai di mostrarci qual è il miglior modo di vivere e parlare, come di agire e invocare aiuto nelle necessità.

Preghiera a Maria

Ecco un preghiera a Maria, intitolata “Diletta Madre”, proprio di San Luigi Grignon de Montfort:

O Maria, la luce della tua fede diradi le tenebre del mio spirito;
la tua profonda umiltà si sostituisca al mio orgoglio;
la tua sublime contemplazione ponga freno alle mie distrazioni;
la tua visione ininterrotta di Dio riempia la mia mente della sua presenza;
l’incendio di carità del tuo cuore dilati e infiammi il mio, così tiepido e freddo;
le tue virtù prendano il posto dei miei peccati;
i tuoi meriti siano il mio ornamento presso il Signore.
Infine, carissima e diletta Madre,
fa’ che io non abbia altra anima che la tua per lodare e glorificare il Signore;
che io non abbia altro cuore che il tuo per amare Dio con puro e ardente amore,
come te. Amen.

Antonella Sanicanti