S. Michele Angelo della Pace, Angelo della vittoria, Principe di Carità

PREGHIERA

O glorioso S. Michele Angelo della Pace, Angelo della vittoria, Principe di Carità, a Voi ricorro supplichevole per implorare la vostra efficacissima intercessione presso la divina bontà. Pregate, o potentissimo mio avvocato, ed ottenete al mio cuore la pace: mediante la vostra assistenza, confido di veder sempre la pace nella mia famiglia e spero che le vostre orazioni ottengano alla Chiesa la desiderata vittoria e tranquillità.

APPARIZIONE DI S. MICHELE NEL PORTOGALLO

Il Regno di Portogallo era molto afflitto dai Mori di Andalusia (musulmani conquistatori) a motivo della crudeltà di Alberto Re barbaro di Siviglia. Quando però il Re di Portogallo D. Alfonso Enriquez fece ricorso a S. Michele, fu dal celeste Arcangelo mirabilmente aiutato.

Infatti, nell’attaccare la battaglia, i portoghesi, dopo avere invocato S. Michele, sperimentarono il suo miracoloso aiuto, ed avvenne che nessun portoghese perisse, e nessun moro restasse più in quel regno. Perciò il Re di Portogallo, D. Alfonso Enriquez, e Lodovico XI Re di Francia istituirono due Ordini Militari di S. Michele, ciascuno nel suo regno, nella certezza che sotto la protezione di quel principe delle milizie Angeliche sarebbe sempre pronta la vittoria.