Rinunciano al pranzo aziendale per realizzare il sogno di un bambino malato

pranzo aziendale
foto web source

Rinunciano al pranzo aziendale per realizzare il sogno di un bambino malato.

Sotto Natale, ma anche in tutti gli altri periodi dell’anno, vorremmo dare mille altre notizie di questo genere, che raccontano la generosità dei singoli cittadini, di coloro che cercano di andare avanti, nonostante la crisi economica e sociale che non si allontana dal nostro Paese, anche se di propagano le beneauguranti statistiche di questo o di quello schieramento politico.

Questa una semplice storia di onesti lavoratori, che non dimenticano di essere altruisti, anche quando sono troppo stanchi, dopo un interminabile turno di lavoro. Parla di un’azienda di Tito, in provincia di Potenza, denominata “PCC giochi e servizi” (azienda grafica del gruppo Lottomatica), che ha deciso di devolvere quello che avrebbe speso per un sontuoso e abbondantissimo (come si usa fare) pranzo di Natale, in favore delle persone meno fortunate.

Ogni anno nel mese di Dicembre, la direzione organizzava il pranzo aziendale, in occasione delle feste natalizie. Quest’anno, in una precedente riunione sindacale, i dipendenti hanno tutti votato all’unanimità la proposta di poter devolvere in beneficenza la somma destinata all’eventuale pranzo aziendale, ad una delle tante Onlus, presenti sul territorio. La direzione ha accolto positivamente la proposta ed ha provveduto a metterla in atto.

Dunque, l’iniziativa è sorta dagli stessi operai e, poi, è stata sottoposta alle alte sfere dell’azienda, che la hanno accettato di buon grado. Tutte insieme, queste persone hanno deciso di non sprecare il denaro per il consueto e luculliano meeting aziendale, ma di far felici alcuni bambini malati.

La scelta, tra le varie Onlus che potevano aver bisogno di sostegno, è poi caduta su “Make a Wish” (che ha sedi anche in Italia), che cerca di dare speranza e sollievo ai bambini malati gravemente, realizzando un loro desiderio, forse l’ultimo.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI