Per una riflessione personale sulla prima lettura del 23-09-17

Pillola del giorno sabato 23-09-17

1Tim 6,13-16

Figlio mio, davanti a Dio, che dà vita a tutte le cose, e a Gesù Cristo, che ha dato la sua bella testimonianza davanti a Ponzio Pilato, ti ordino di conservare senza macchia e in modo irreprensibile il comandamento, fino alla manifestazione del Signore nostro Gesù Cristo,
che al tempo stabilito sarà a noi mostrata da Dio,
il beato e unico Sovrano,
il Re dei re e Signore dei signori,
il solo che possiede l’immortalità
e abita una luce inaccessibile:
nessuno fra gli uomini lo ha mai visto né può vederlo.
A lui onore e potenza per sempre. Amen
.

Dio dà la vita a tutte le cose… Dio, nel tempo da lui deciso, ci mostrerà la manifestazione del Suo Figlio… La manifestazione ultima di Dio è anticipata però mediante lo Spirito, che ci conduce a contatto con il mistero divino. La tensione verso la vita eterna è contatto con Dio, abbandono alla sua azione, accoglienza del dono della sua parola, che entra nell’umile trama della vita quotidiana e rende possibile una comunione con Dio, semplice e profonda.

Apprezzo la vita che ho ricevuto? In che modo dimostro di apprezzarla? Credo nella manifestazione ultima di Gesù e la attendo lasciandomi impregnare e guidare dallo Spirito? Riconosco Gesù il Re dei re, il Signore si signori, l’unico al quale sia dovuto onore e gloria?