Ragazzine cercano di uccidere i compagni di scuola con un rito satanico

Volevano compiere un rito satanicoFollia in una scuola della Florida, due ragazzine di 11 e 12 anni hanno cercato di uccidere 15 compagni di scuola compiendo un rito satanico nei bagni.

Sebbene non ci sia una correlazione dimostrabile tra gli atti di violenza compiuti in nome di satana e l’effettiva opera del demonio negli stessi (per trovarla bisogna solamente avere fede) è innegabile che la sovraesposizione a teorie o atti di questo tipo possa avere un’influenza negativa sui ragazzini molto giovani, spesso molto suggestionabili. Ultima dimostrazione di quanto siano pericolose a quelle giovani età tali nozioni o informazioni proviene dalla Florida, dove due ragazzine di appena 11 e 12 anni stavano progettando di uccidere almeno 15 compagnia di scuola per poi berne il sangue e compiere in toto un rito satanico.

Rito satanico nei bagni della scuola, provvidenziale l’intervento della polizia

Il folle intento delle due giovani ragazze (progettato da tempo) della scuola media Bartow è stato impedito da un loro compagno di classe che, dopo aver trovato un foglietto in cui c’era scritto che erano andate in bagno ad uccidere, ha avvertito l’insegnante, la quale ha immediatamente chiamato la polizia. Gli agenti sono intervenuti prima che le due studentesse potessero fare del male a qualcuno. Addosso le ragazze avevano un coltello da macellaio, un taglia pizza e delle forbici. Ai poliziotti le ragazzine hanno confessato che il loro piano era quello di sottomettere i bambini più piccoli e dopo averli uccisi bere il loro sangue. Il motivo? A detta loro sarebbero delle seguaci di satana.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello