Ragazza incinta: il gesto della sua azienda è da prendere come modello

La storia della giovane Francesca, che può diventare mamma con la gioia nel cuore, è una bella notizia di inizio anno.

Una vicenda che infonde speranza e fiducia nelle persone. La gioia della maternità non dovrebbe mai esser motivo di ansia e di angoscia per una donna, e l’umanità di questi due amministratori d’azienda ha fatto davvero la differenza.

Francesca, incinta e assunta a tempo indeterminato
photo web source

La protagonista di questa storia si chiama Francesca e il gesto compiuto dalla sua azienda è da prendere come esempio e modello.

Una storia che riaccende la speranza

Riaccendere la fiducia e la speranza nelle persone ci fa ben sperare che qualcosa sta cambiando effettivamente. E Francesca ne è l’esempio, così come anche i suoi datori di lavoro.

Sono ancora tante, oggi, le donne che decidono di rinunciare a diventare madri perché sanno che, dall’altro lato, di sicuro, perderanno il proprio posto di lavoro. Ancora oggi, in una società così tecnologicamente avanzata, dove si visita lo spazio oltre la Terra stessa, la donna è costretta a decidere se avere un figlio o mantenere il proprio lavoro.

Ma ci sono dei casi eccezionali che dovrebbero esser presi d’esempio e da modello per tutte le aziende, specie quelle del settore privato. La storia che stiamo per raccontarvi è quella di Francesca, 29 anni, che ha scoperto di essere incinta.

Una donna che sceglie di diventare mamma che, dall’altro lato, è costretta anche a dire ai capi dell’azienda dove lavora che aspetta una bambina. La paura di esser licenziata pervade Francesca, ma qualcosa sta per cambiare. L’azienda dove la giovane lavora, l’aveva assunta a tempo determinato, con scadenza di contratto proprio lo scorso dicembre.

Francesca, originaria della provincia di Lucca, era stata assunta alla “Homery pet food”. A stupirla, sono stati proprio Alessandro e Luca, amministratori dell’azienda: “Sei una ragazza seria e capace: ti meriti un lavoro a tempo indeterminato. Così potrai goderti al meglio la tua bambina” – le hanno detto quando la giovane ha annunciato loro la sua gravidanza.

I suoi amministratori la spiazzano: ecco cosa accade

Francesca non poteva crederci, era al settimo cielo. Lei, una donna come tante altre che, per la prima volta, non è costretta a rinunciare al suo posto di lavoro, anche diventando mamma. In un’intervista rilasciata al quotidiano “Il Tirreno”, Francesca racconta che, davanti alla decisione dei suoi capi d’azienda, è rimasta senza parole:Li ho ringraziati” – ha raccontato.

Francesca, incinta e assunta a tempo indeterminato
Francesca e i suoi datori di lavoro (photo web source)

Ma il suo ringraziamento si è esteso anche alle sue colleghe di lavoro con le quali si è creato un rapporto dinamico ed umano. “Quando ho saputo di essere incinta, dopo la felicità immensa del momento, la mia prima preoccupazione è stata quella di dirlo in ufficio – ha confidato Francesca. La sua paura di perdere il lavoro era dietro l’angolo, insieme a un contratto che, di lì a poco, sarebbe scaduto.

Ma ecco che gli amministratori, dopo qualche settimana, l’hanno ricontattata per una nuova opportunità: “[…] non una proroga, bensì un posto di lavoro fisso. Un segno di fiducia ricambierò nel migliore dei modi – afferma, entusiasta, la giovane neo mamma.

Una storia di fiducia e speranza

Non poteva essere una gravidanza, un evento così bello e unico, a rendere più complicato il suo percorso di vita” – afferma Luca Campioni, uno dei due amministratori dell’azienda dove Francesca lavora. Un gesto che, per l’azienda, è normale ma che “sarebbe bello che questa fosse la normalità: non è cosi, ma noi, nel posto piccolo, abbiamo lanciato un segnale” – conclude.

La felicità che pervade il cuore, non solo per la nascita del proprio figlio ma anche per il fatto di non aver perso il proprio posto di lavoro. Ma questa storia ci fa ricredere e ben sperare.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it