Professore compra un pulmino per permettere agli alunni di andare a scuola

Professore compra un pulmino per permettere agli alunni di andare a scuolaNel corso dell’anno scolastico appena concluso il professore di Matematica e Scienze della scuola primaria di Baraali (piccolo villaggio in India) Rajaram ha comprato un pulmino per accompagnare gli alunni a scuola. Il docente si era accorto che alle lezioni mancavano sempre più studenti. Il motivo dell’assenza non era la cattiva volontà dei bambini, ma il fatto che ogni mattina, con qualsiasi condizione climatica, dovessero affrontare a piedi 3 chilometri di percorso in mezzo alla giungla. Un giorno, tornando a casa da scuola, si è imbattuto in alcuni degli alunni che avevano disertato le lezioni e colto dal dispiacere è andato a parlare con un ex alunno per esporgli la propria idea: mettere insieme una cifra per comprare un pulmino che permettesse ai bambini di non mancare alle lezioni.

Professore compra un pulmino e si improvvisa autista per accompagnare i bambini a scuola

Rajaram insieme a due suoi ex alunni hanno raccolto la cifra necessaria per comprare il pulmino, ma a quel punto mancava un autista. Il servizio sarebbe costato 3000 rupie ed il professore non aveva abbastanza denaro per pagarlo, così ha preso la patente per guidare il pullman e per tutto il restante semestre si è incaricato di fare 4 viaggi al giorno per accompagnare tutti i bambini a scuola e riportarli nel loro villaggio. L’iniziativa ha permesso che la frequenza degli alunni aumentasse a dismisura e poco importa se il costo della benzina è a suo carico, poiché l’importante è che questi bambini vengano istruiti ed abbiano una possibilità di avere un futuro migliore: “Vivo dell’esiguo salario di un professore di una scuola del Governo. Non potevo pagare un autista. Per questo, ho deciso che avrei imparato a guidare il pulmino e avrei svolto quel compito da solo”, ha confessato il docente ai media locali, ai quali poi ha confessato il suo sogno: “Penso di costruirne una intorno alla scuola e anche una pista perché i bambini possano praticare sport. Il problema è che non ho abbastanza denaro. Sono entrato in contatto con alcuni ex alunni della scuola e ho chiesto loro se potevano aiutarci. Ci sono problemi finanziari, ma sono certo che supereremo anche questo ostacolo”. La storia di questo professore è un esempio di carità e senso del dovere per tutti i suoi colleghi nel mondo.

Luca Scapatello