Preghiera a Santa Gianna Beretta Molla, la mamma eroica

Quando nell’amore di una mamma per i figli entra l’amore a Cristo, niente è più impossibile per entrambi. Ce lo insegna questa grande donna e santa.

Santa Gianna Beretta Molla
photo web source

Gianna Beretta Molla (Magenta, 4 ottobre 1922 – Ponte Nuovo, 28 aprile 1962) in meno di 40 anni è diventata pediatra, moglie, madre e Santa!

La vita di Santa Gianna Beretta Molla

Nata a Magenta vicino a Milano, è la decima dei 13 figli di Alberto e Maria Beretta. Gianna è stata membro attivo della San Vincenzo de’ Paoli e dell’Azione Cattolica.

Amante dello sci e dell’alpinismo, si laurea nel 1949 in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia, per poi specializzarsi poi in pediatria. Nel 1952 apre una clinica nel piccolo paese di Mesero, dove conosce l’ingegner Pietro Molla.

Nei quattro anni successivi i Molla ebbero tre figli: Pierluigi, Mariolina e Laura. Due gravidanze successive si conclusero con un aborto spontaneo.

Nella sua ultima gravidanza, i medici scoprono che Gianna ha un tumore all’utero. Gianna acconsente di rimuovere il tumore. Non accetta però di subire l’asportazione completa dell’utero, che i medici avevano raccomandato per la sua sopravvivenza, ma che avrebbe ucciso il bambino.

Sette mesi dopo, nell’aprile del 1962, all’ospedale di Monza nasce Gianna Emanuela Molla, ma le complicazioni postoperatorie provocano una grave infezione alla madre. La settimana seguente Gianna Molla muore nella sua casa, e viene sepolta nel cimitero di Mesero.

Gianna Emanuela sarà anche lei un medico. L’eroica mamma, Santa Gianna Beretta Molla fu beatificata nel 1994 e canonizzata 10 anni dopo da Giovanni Paolo II e la sua festa si celebra il 28 aprile.

Preghiamo insieme che questa Santa del nostro tempo ci insegni il vero valore della vita e dell’amore ad essa che è inserito in quello ancor più profondo che è l’amore di Dio, che ci insegna anche a metterla a disposizione fino all’ultimo respiro, se necessario.

Preghiera a Santa Gianna Beretta Molla

Dio, che ci sei Padre,
ti diamo lode e ti benediciamo
perché in santa Gianna Beretta Molla
ci hai donato e fatto conoscere
una donna testimone del Vangelo
come giovane, sposa, madre e medico.

Ti ringraziamo perché,
anche attraverso il dono della sua vita,
ci fai imparare ad accogliere e onorare ogni creatura umana.

Tu, Signore Gesù,
sei stato per lei riferimento privilegiato.
Ti ha saputo riconoscere
nella bellezza della natura.
Mentre si interrogava sulla sua scelta di vita,
andava alla ricerca di te e del modo migliore per servirti.

Attraverso l’amore coniugale, si è fatta segno
del tuo amore per la Chiesa e per l’umanità.
Come te, buon samaritano, si è fermata
accanto a ogni persona malata, piccola e debole.
Sul tuo esempio e per amore,
ha donato tutta se stessa, generando nuova vita.

Spirito Santo, fonte di ogni perfezione,
dona anche a noi sapienza, intelligenza e coraggio perché,
sull’esempio di santa Gianna e per sua intercessione,
nella vita personale, familiare, professionale,
sappiamo metterci al servizio di ogni uomo e donna
e crescere così nell’amore e nella santità.
Amen.

Preghiera di Santa Gianna Beretta Molla

“Gesù, eccomi qui.
Gesù, entra, rimani sempre con me.
Ho tanto bisogno che tu mi illumini,
che mi faccia diventare migliore.
Dammi la tua grazia,
infiammami del tuo Amore“.

(Santa Gianna Beretta Molla)

Preghiera di Santa Gianna Beretta Molla in un momento di sofferenza

“Si vorrebbe sempre star bene, fuggire il dolore, godere…
Per la salvezza delle anime non basta la preghiera, la parola, occorre unire qualcosa di nostro, qualche goccia del nostro sangue, un poi di noi stessi.
Gesù sia il nostro modello.
Portare con gioia ogni giorno la croce che Gesù ci manda, con gioia”.

(Santa Gianna Beretta Molla)

Elisa Pallotta

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]