Preghiera a Maria, 6 giugno. Tantissimi ammalati trovano guarigione, tutti sono senza parole

Guarigioni inspiegabili si verificano in numero impressionante, in una frazione della diocesi di Massa Carrara-Pontremoli.

Ogni storia colpisce per la tenerezza con cui il Signore per intercessione di Maria viene in contro alla sofferenza umana, ma tra tutte una lascia senza parole.

Preghiera a Maria, 6 giugno. Madonna dei Quercioli (Photo web source)

Oggi sorge un magnifico santuario dedicato a Maria aiuto dei cristiani, ma comunemente è noto come Madonna dei Quercioli.

Un affresco antico che risale alla metà del XVIII secolo è protagonista di tanta grazia. Vi è rappresentata la Vergine Madre con il Bimbo Gesù e sant’Antonio da Padova. Il miracolo più antico riportato dalle fonti risale al 19 settembre 1831. Alcune donne che passeggiano si imbatto casualmente in questo dipinto. Restano affasciante dalla bellezza del volto di Maria, è dolcissima e sorridente. Una di queste donne ha una nipote gravemente ammalata. Tornata a casa non fa che pensare a quel sorriso.

Decide di portare la nipote a pregare davanti al dipinto. Le due donne si lasciano travolgere da una preghiera intensa e fervorosa al termine della quale effettivamente la giovane è risanata. La fama del prodigio si diffonde velocemente e i pellegrini cominciano ad affluire. Il lunedì di Pasqua dell’anno seguente il dipinto è battezzato della Madonna dei Quercioli e si inizia la costruzione di un Santuario.

Il cieco risanato

Il tempo trascorre i prodigi che si registrano in questa Chiesetta sono numerosi. Tra questi si annovera la guarigione di un ex soldato, Giuseppe. È cieco quando si reca a pregare ai piedi della Madonna, ne esce risanato. Riportano le cronache legate all’epoca: “La guarigione istantanea e perfetta avvenne il 25 maggio 1836, circa alle ore 15: trascorsi una quindicina di minuti, il Bertozzi stava inginocchiato, assorto in preghiera. Una forte commozione lo fece scoppiare in un pianto dirotto; mentre si asciugava le lacrime si accorse di vederci ed usci con un grido: “Ci vedo! ci vedo!”.

Santuario-dei-Quercioli
Santuario-dei-Quercioli (Photo web source)

Anche alcuni presenti, tra cui un Padre cappuccino Salvatore da Camaiore, assistono sia alla fervorosa preghiera dell’uomo che alla sua guarigione. Lo sentono tutti esclamare di vedere i fiori deposti ai piedi di Maria. Il santuario riceve negli anni seguenti numerosi ampliamenti, e in particolare nel 1932. In quello stesso anno, nell’arcata principale, viene dipinto il miracolo del soldato, dal pittore Oreste Bontemps di Massa. L’opera è un rifacimento di un piccolo quadro ad olio eseguito su tavola, lasciato dai commilitoni al Santuario dei Quercioli in ricordo del miracolo.

Preghiera alla Madonna dei Quercioli

Vergine immacolata, scelta tra tutte le donne per donare al mondo il Salvatore, serva fedele del mistero della Redenzione, fa’ che sappiamo rispondere alla chiamata di Gesù e seguirlo sul cammino della vita che conduce al Padre. Vergine tutta santa, strappaci dal peccato trasforma i nostri cuori. Regina degli apostoli, rendici apostoli! Fa’ che nelle tue sante mani noi possiamo divenire strumenti docili e attenti per la purificazione e santificazione del nostro mondo peccatore. Condividi con noi la preoccupazione che grava sul tuo cuore di Madre, e la tua viva speranza che nessun uomo vada perduto. Possa, o Madre di Dio, tenerezza dello Spirito Santo, la creazione intera celebrare con te la lode della misericordia e dell’amore infinito.

Impostazioni privacy