Preghiera a Maria, 2 giugno. Vedono il volto della Vergine, bagnato da lacrime di sangue

Un gruppo di bambine assiste a un prodigio, e una di loro fa un gesto per consolare la Vergine Maria che piange sangue, chi non le crede paga di persona ma poi avviene il miracolo.

Siamo in Lombardia nel cuore della Val Seriana, precisamente a Ponte Nossa.  Alcune bimbe si imbattono in un dipinto al quale accade qualcosa di straordinario.

Madonna-di-Ponte-Nossa
Preghiera a Maria, 2 giugno. Madonna di Ponte Nossa (Photo web source)

All’oratorio dei “Sette fratelli martiri” c’è un dipinto che raffigura Gesù Crocifisso con Maria e Giovanni nessuno poteva immaginare cosa sarebbe accaduto.

Un gruppetto di bambine quella mattina del 2 giugno 1511, osservano il dipinto notano che il volto della Madonna apre e chiude gli occhi, poi in un secondo momento dall’occhio sinistro iniziano a scorrere lacrime di sangue. La giovane Bonelli è la prima ad avvicinarsi e tendere il suo grembiule per asciugare le lacrime purpuree. Il sangue non si arresta ma sia lei che le amiche odono distintamente una voce che si rivolge a loro.

La Vergine dice: “Ai primi che passeranno per questa via, farai osservare questa mia apparizione, e dirai che te l’ha detto la Beata Vergine, la quale ordina che a suo onore sia fabbricata una chiesa dove farà molte grazie“. Le giovani rendono pubblico il miracolo e mostrano a testimonianza il sangue rimasto sul grembiule della giovane. Il miracolo è attestato da diverse fonti storiche e le testimoni oculari hanno dovuto combattere con il più infimo dei peccati: l’incredulità.

L’incredulità del cavaliere

Più le ragazze raccontano la loro esperienza più aumenta il numero di persone che non da loro credito. Tra questi, in particolare, c’è un cavaliere che ascoltato il racconto ne ride. Non ci crede, sale sul suo destriero per riprendere il suo cammino facendosi belle delle ingenue fanciulle. Neanche il tempo di montare a cavallo che perde la vista. Tutto diventa buio e non solo per lui anche il cavallo condivide la stessa conseguenza per la sua incredulità.

Santuario-Madonna-di-Ponte-Nossa.
Santuario-Madonna-di-Ponte-Nossa (Photo web source)

Nel buio della cecità il cavaliere si rende conto di aver offeso Dio, la Madonna e le giovani ragazze, si pente sinceramente. Invoca il perdono divino e riottiene la vista. La testimonianza del miracolo e quanto succede dopo, vengono raccolte dal notaio Guerinoni di Gorno e messe per iscritto. La costruzione della nuova chiesa ottiene l’autorizzazione d’inizio già dal 10 giugno del medesimo anno.

L’edificio viene terminato nel 1533: edificato in stile romanico lombardo a fianco della chiesetta esistente. Consacrata con il rito della dedicazione a Santa Maria Annunziata il 19 aprile 1575 dal coadiutore del vescovo Federico Corner ed elevata a parrocchiale nel 1583. L’affresco miracoloso viene inserito come pala d’altare laterale.

Preghiera alla Madonna delle Lacrime di Ponte Nossa

A te, Maria, fonte della vita, si accosta la mia anima assetata. A te, tesoro di misericordia, ricorre con fiducia la mia miseria. Come sei vicina, anzi intima al Signore! Egli abita in te e tu in lui. Nella tua luce, posso contemplare la luce di Gesù, sole di giustizia. Santa Madre di Dio, io confido nel tuo tenerissimo e purissimo affetto. Sii per me mediatrice di grazia presso Gesù, nostro Salvatore. Egli ti ha amata sopra tutte le creature, e ti ha rivestito di gloria e di bellezza. Vieni in aiuto a me che sono povero e fammi attingere alla tua anfora traboccante di grazia.

Impostazioni privacy