Preghiamo oggi 25 ottobre la Madonna di Canepanova custodita nel santuario edificato da un noto architetto

Da un affresco rappresentante la Vergine Maria, iniziano a scaturire numerosi e continui miracoli: per questo si decide di edificare un omaggio per rendere grazie alla sua potente, materna e prodigiosa intercessione.

Il santuario viene costruito da un celeberrimo architetto, che crea così il luogo più adatto per ospitare l’immagine miracolosa.

Madonna di Canepanova
photo web source

Sulla facciata del palazzo di famiglia dei nobili Canepanova, a Pavia, spicca un affresco raffigurante la Madonna. L’immagine è affrescata su una parete del palazzo civico, e in questa Maria è ritratta a mezzo busto mentre allatta il Bambin Gesù.

L’immagine miracolosa della Madonna di Canepanova

Nel 1492 l’immagine comincia a compiere grandi miracoli tra i fedeli. L’afflusso di pellegrini inizia a crescere giorno dopo giorno, così i proprietari dell’affresco decidono di metterlo a disposizione del popolo.

Per questa ragione decidono di salvare la parte di muro con l’affresco e di costruire appositamente un santuario per custodirvi l’immagine.

La costruzione del santuario

Sarà il celebre Bramante, l’architetto da cui è nato il progetto della basilica di San Pietro a Roma, che lavorerà al progetto per la costruzione.

Nasce da questa vicenda il santuario pavese della Madonna di Canepanova, il cui titolo si origina appunto dall’immagine di Maria venerata all’interno. Il nobile Viscardo Canepanova dona il terreno della casa, per fare spazio alla costruzione altri edifici che vengono abbattuti. Nel 1500 viene posta la prima pietra del santuario.

L’incoronazione della Madonna e il “santuario cittadino”

Nel 1915 il Santuario viene infine assegnato ai Frati Minori francescani, che in quell’anno tornavano a Pavia dopo le numerose soppressioni di un secolo prima dovute alle persecuzioni napoleoniche.

L’immagine di Maria viene solennemente incoronata nel 1926, dopo la concessione avuta con un decreto del Capitolo Vaticano che concede tale privilegio. Da qui si origina anche il titolo della chiesa di “Santa Maria Incoronata”.

Il santuario viene dichiarato nel 1961  “santuario cittadino” dall’allora vescovo di Pavia, per sottolineare il profondo legame che lega la città a questa immagine di Maria, da cui presero vota innumerevoli grazie spirituali e materiali a favore dei cittadini pavesi.

Supplica alla Madonna di Canepanova

Ave, Maria: tu nutri al tuo seno, il Figlio di Dio, Gesù.
In lui, che da te riceve il latte, noi riconosciamo che davvero Dio si è fatto uomo.
Prega per noi, Madre di Dio!

Ave, Maria: nel nutrimento che tu doni a Gesù riconosciamo il segno del nutrimento spirituale che fa crescere anche la nostra vita.
Il puro latte dell’evangelo sia cibo e forza nel nostro cammino.
Prega per noi, Madre di Dio!

Ave, Maria: la tua tenera cura materna per Gesù si estende anche a tutti noi, che egli ti ha affidato come figli dall’alto della croce.
Sii per noi madre di misericordia.
Prega per noi, Madre di Dio!

Ave, Maria: insegnaci a donare cibo, cura e attenzione ai nostri fratelli più bisognosi, riconoscendo in essi il volto di Gesù, che hai nutrito al tuo seno con tenero amore.
Prega per noi, Madre di Dio!

Ave, Maria: guarda con bontà tutte le donne, che come te partecipano interiormente al mistero della vita nascente e accresci in loro la cura per la vita di tutti.
Prega per noi, Madre di Dio!

Ave, Maria: aiuta chi ha ricevuto, come te, il dono di un figlio: aiuta i genitori che vivono momenti di apprensione e di difficoltà, e aiuta i figli che stentano a trovare il giusto cammino.
Prega per noi, Madre di Dio!

Ave, Maria: tu che hai ricevuto il dono della maternità, aiuta le coppie che vorrebbero un figlio e incontrano ostacoli in questa disponibilità alla vita:
aiuta, risana e dona fecondità.
Prega per noi, Madre di Dio!

Ave, Maria: intercedi per la città di Pavia che riconosce in questa dimora un proprio santuario cittadino e donaci di vivere una vita giusta e pacifica, nella serenità dell’anima e del corpo.
Prega per noi, Madre di Dio.

Ave Maria…

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it