Preghiamo oggi 19 ottobre la Madonna di Vezzolano che libera l’imperatore Carlo Magno dal maligno

Il ben noto personaggio storico soffre di una grave malattia. A un certo punto cade vittima di una visione demoniaca: dopo aver consultato un eremita che la interpreta e gli consiglia di rivolgersi alla Madonna, ecco il prodigio.

Accade tutto durante una battuta di caccia: la sua paura è forte, ma poi le rassicurazioni del religioso lo faranno tranquillizzare, portandolo verso l’intercessione di Maria Santissima.

Madonna di Vezzolano
photo web source

Carlo Magno avanza su Torino, dopo una vittoria sui longobardi, occupando varie città piemontesi. Quando ecco che un giorno, durante una battuta di caccia nelle campagne di Albugnano, vede tre scheletri uscire dalla tomba e recarsi verso di lui. La visione terrificante lo turba e spaventa molto, tanto che Carlo decide di rivolgersi a un eremita per avere delucidazioni sull’accaduto.

La Madonna allontana il male da Carlo Magno

Il religioso gli spiega il significato di quell’apparizione, illustrandogli la vanità delle cose umane. Anche Carlo Magno infatti, gli ricorda il religioso, sarebbe certamente diventato come quegli scheletri un giorno.

Dopodiché, l’uomo di Dio esorta il re a domandare alla Madonna di allontanare da lui quelle suggestioni demoniache e di guarirlo dalla sua epilessia, di cui soffriva. Carlo Magno segue così il consiglio del sacerdote e presto viene guarito dalla Vergine.

Consequenzialmente a questo fatto, fa costruire l’Abbazia di Vezzolano intitolandola alla Madonna di Vezzolano, e pone accanto ad essa un monastero. Oggi l’Abbazia di Vezzolano rappresenta uno dei più insigni e bei monumenti di tutto il Monferrato. La vicenda di Carlo Magno viene ancora oggi rappresentata in antico affresco che si trova nel chiostro dell’Abbazia.

LEGGI ANCHE: Abbazia di Vezzolano: lo splendido santuario nel Monferrato

Preghiera alla Madonna di Vezzolano

O bellissima Madre di Dio,
tu che rifulgi nello splendore dei Cieli
e illumini le notti dell’umanità
con il tuo amore e la luce di Gesù Cristo,

degnati, o Madre, di rischiarare le tenebre delle nostre anime
e di guarire profondamente chi è provato dal male, dalla malattia e dalla sofferenza.

Liberaci, o Maria, da questi pericoli e fa’ che,
contemplando la tua bontà,
il nostro cuore si dilati verso Dio e vi nasca la vera conversione.
Amen.

Salve Regina…

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it