Ponte Morandi: Gabriele Volpi dona 250mila euro a chi è rimasto senza casa

Ponte MorandiPonte Morandi: sono passati circa due mesi dal crollo e stiamo tutti aspettando che il decreto legge Genova, proposto al Governo dal Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, agisca come promesso.
Aspettiamo che i tronconi del ponte, rimasti sospesi sui quartieri sfollarti, vengano tirati giù; aspettiamo che il progetto di un nuovo ponte trovi presto realizzazione; soprattutto, aspettiamo che le vittime che il 14 Agosto scorso persero la vita abbiamo giustizia, che qualcuno arrivi a capire chi aveva la responsabilità di evitare la tragedia.

Oltre a questo, c’è da risolvere la situazione degli sfollati, di circa 600 persone, quelli delle 13 palazzine nei pressi della costruzione, che non riescono ancora a recuperare i loro averi e a trovare una sistemazione definitiva.

Intanto, un imprenditore molto generoso, Gabriele Volpi,risponde all’ appello alla generosità, propagato in queste settimane, “all’ appello che proviene forte e costante dagli enti locali nei confronti delle realtà imprenditoriali liguri”, per cercare di aiutare chi a Genova ha davvero bisogno di riprendere una vita normale e serena.

Così, Gabriele Volpi ha donato ben 250mila euro agli sfollati del Ponte Morandi.
Lui si occupa di petrolio ed è, inoltre, patron della squadra di pallanuoto della Pro Recco e dello Spezia Calcio.

Ora si spera che altri “possano condividere, con entusiasmo e in base alle singole disponibilità, questa iniziativa”, ha detto il Governatore, anche Commissario per l’Emergenza, Giovanni Toti.

Il denaro verrà gestito dal comune e destinato alle prime esigenze delle persone che, dal quel terribile 14 Agosto, hanno dovuto, per forza di cose, abituarsi ad una scomodissima quotidianità e che, a quanto pare, dovranno attendere ancora a lungo per avere una risposta esauriente dal Governo.

Intanto, la stagione fredda incalza e le manifestazioni per le strade di Genova gridano: “Vogliamo risposte!”; “Il tempo sta scadendo!”.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI