Perchè i giovani simpatizzano per la jihad

Secondo l’Ismu, i musulmani in Italia nel 2016 sono circa 2,8 milioni, di cui circa il 25% clandestini. C’è però, come in tutta Europa, un mondo sommerso di simpatizzanti, non solo dei musulmani, ma della jihad.

La cosa davvero inquietante è che in Italia abbiamo una percentuale alta e in crescita continua di musulmani, i quali alle domande di un sondaggio di Qn hanno risposto di essere favorevoli alla jihad, facendo capire molto chiaramente di non avere nessuna intenzione di integrarsi. In fondo, noi saremmo gli infedeli… così è persino scritto nel Corano. Non solo sono favorevoli alla “guerra santa”, ma un terzo di essi è convinto di voler conquistare l’Occidente.

È tra gli islamici più giovani che la jihad fa più presa. Secondo l’indagine di Ipr Marketing, infatti, uno su quattro appoggia la guerra santa. “Si tratta di persone che pur ideologicamente vicine al terrorismo non condividono l’uso delle armi e con questi soggetti si può sviluppare una dialettica su basi culturali e non sono da intendersi socialmente pericolosi – si legge su Qn – o, sebbene al momento questi musulmani rifiutino l’uso delle armi, non è detto che nel corso del tempo il comportamento non possa mutare e da una condivisione sui fini si possa passare anche ad approvare l’uso delle armi”. Al di là degli attentati, un terzo dei musulmani, che vivono in Italia, simpatizza per lo Stato Islamico ed è convinto che debba “conquistare le nazioni occidentali”.