Loreto: ogni anno accoglie i fedeli che arrivano a piedi da Macerata

Loreto
foto web source

Forse non tutti sanno che, a Loreto, all’inizio dell’estate, giunge un tradizionale e particolarissimo pellegrinaggio, che porta i fedeli -sin li- da Macerata, a piedi e di notte!
L’usanza devozionale ha ormai 40 anni ed è organizzata dal gruppo di Comunione e Liberazione. Mentre si cammina, si recita il Santo Rosario -ovviamente, ci si consacra alla Vergine Maria, si rinnovano le promesse battesimali.

Loreto: il pellegrinaggio nato per gli studenti e apprezzato da Giovanni Paolo II

Fu Monsignor Giancarlo Vecerrica, oggi Vescovo emerito di Fabriano-Matelica, ad avere l’ispirazione per questa impresa, nel lontano 1978.
Ecco come Monsignor Vecerrica pensò a quel pellegrinaggio: “Da educatore cercavo qualcosa che consentisse agli studenti di vivere bene la conclusione dell’anno scolastico, tra interrogazioni, esami e la prospettiva delle vacanze, che San Giovanni Bosco chiamava “la vendemmia del demonio”. (…) Nelle Marche, da bambino, ho sempre visto un’antica consuetudine. Tante famiglie, in momenti forti e particolari dell’anno, come il raccolto, o della loro vita, come un matrimonio o un battesimo, si recavano di notte a piedi alla Santa Casa, per ringraziare la Madonna”.

Monsignor Vecerrica racconta che la prima volta non andò benissimo: sbagliarono strada e furono costretti a camminare, per ore, sotto la pioggia.
Poi, però, quell’idea che nasceva per sensibilizzare i giovani alla fede, fu notata dall’appena eletto Papa Giovanni Paolo II che, nel Settembre del 1979, si recò a Loreto e incoraggiò quella marcia. Più volte, inoltre, indicò Monsignor Vecerrica come esempio, per coloro che hanno a che fare coi giovani e la loro educazione, anche spirituale.

Oggi, a quella passeggiata nella fede, partecipano anche coloro che abbracciano Credi differenti dal nostro, gli atei o chi ancora sta cercando il volto di Dio.
Tutti possono portare nel pellegrinaggio la loro testimonianza di vita: “Nel 1994, ha partecipato al cammino anche una campionessa di volley russa e raccontò: “Sono atea, ma sono venuta qui per vedere Dio, nel volto di chi crede”.

Ogni anno, nella data prestabilita e dopo la celebrazione eucaristica, dunque, tutti i fedeli pellegrini, riuniti a Macerata, cominceranno semplicemente a camminare, in direzione di Loreto, percorrendo circa 30 chilometri.
Il giorno dopo, all’alba, arriveranno al sagrato della Basilica della Santa Casa. Il pellegrinaggio ha un tema diverso ogni anno, a cui ispirarsi per le preghiere e le intenzioni.

Leggi anche: Loreto: la vera casa di Maria è qui. Quale mistero nasconde?

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI