Coronavirus, il piano del Papa per risorgere. Guidati dallo Spirito Santo

Papa Francesco, in un intervento per la rivista spagnola Vida Nueva, ha proposto un vero e proprio piano per “risorgere” dopo la grave crisi del coronavirus. 

Papa Francesco Coronavirus intervista

La rivista spagnola è una delle più autorevoli dei Paesi di lingua castigliana su tematiche legate all’attualità ecclesiale. L’intervento di Francesco parte dalla domanda: “Chi ci rotolerà via il masso dall’ingresso del sepolcro?”.

Il Papa: viviamo la pesantezza del sepolcro

Francesco ha spiegato che invitare alla gioia, di fronte al male del coronavirus, potrebbe purtroppo apparire una provocazione di cattivo gusto. L’impatto di quello che stiamo vivendo si comincia a sentire in maniera pesante. Dal dolore e dal lutto per le persone che hanno perso la vita, alle condizioni economiche di quanti hanno perso o rischiano di perdere il lavoro.

“È la pesantezza della pietra del sepolcro che s’impone dinanzi al futuro e che minaccia, con il suo realismo, di seppellire ogni speranza”, spiega il Papa. Tuttavia, commuove e colpisce nel profondo l’atteggiamento delle donne nel Vangelo, ha spiegato Francesco. Un atteggiamento che ricorda l’impegno eroico di tante uomini e donne che si sono prodigate per salvare il prossimo nel bel mezzo della crisi del coronavirus. E che lo stanno ancora facendo oggi e ogni giorno negli ospedali e nelle case di cura.

papa francesco via crucis
photo Getty Images

L’esempio delle donne del Vangelo

“Di fronte ai dubbi, alla sofferenza, alla perplessità dinanzi alla situazione, e persino alla paura della persecuzione e di tutto ciò che sarebbe potuto accadere loro, furono capaci di mettersi in movimento e di non lasciarsi paralizzare da quello che stava succedendo”, ha detto il Papa parlando delle donne nel Vangelo.

“Per amore verso il Maestro, e con quel tipico, insostituibile e benedetto genio femminile, furono capaci di accettare la vita come veniva e di aggirare astutamente gli ostacoli per stare accanto al loro Signore. A differenza di molti degli Apostoli che fuggirono in preda alla paura e all’insicurezza, che negarono il Signore e scapparono”.

Siamo anche noi testimoni della Resurrezione

In questo modo, le donne del Vangelo sono state testimoni della Resurrezione di Cristo. Un atteggiamento che ricorda quanti oggi si è testimoni di quanti si impegnano con grande sacrificio per combattere il virus. “Solo una notizia straripante era capace di rompere il circolo che impediva loro di vedere che la pietra era già stata rotolata via. E il profumo versato aveva più capacità di diffusione di ciò che le minacciava”.

Messa Papa 14 Aprile
frame YouTube

“Questa è la fonte della nostra gioia e speranza, che trasforma il nostro agire”, ha così spiegato il Papa. “Ogni volta che prendiamo parte alla Passione del Signore, accompagniamo la passione dei nostri fratelli, vivendo anche la stessa passione, le nostre orecchie ascolteranno la novità della Resurrezione. Non siamo soli, il Signore ci precede nel nostro camino rimuovendo le pietre che ci paralizzano”.

Il Papa: facciamoci rinnovare dal Signore

Basta infatti anche solamente “aprire una fessura perché l’unzione che il Signore ci vuole donare si espanda con forza inarrestabile e ci consenta di contemplare la realtà dolente con uno sguardo rinnovatore”, ha spiegato il Pontefice. Perché “Dio non abbandona mai il suo popolo, è sempre accanto a lui, specialmente quando il dolore si fa più presente”.

Per questo “se agiamo come un solo popolo, persino di fronte alle altre epidemie che ci minacciano, possiamo ottenere un impatto reale”. “Questo è il tempo favorevole del Signore, che ci chiede di non conformarci né accontentarci”. “Questo è il tempo propizio per trovare il coraggio di una nuova immaginazione del possibile, con il realismo che solo il Vangelo può offrici”, ha detto il Papa.

Il soffio dello Spirito apre orizzonti nuovi

È infatti “il soffio dello Spirito che apre orizzonti, risveglia la creatività e ci rinnova in fraternità per dire presente (oppure eccomi) dinanzi all’enorme e improrogabile compito che ci aspetta”. Per questo è “urgente discernere e trovare il battito dello Spirito per dare impulso, insieme ad altri, a dinamiche che possano testimoniare e canalizzare la vita nuova che il Signore vuole generare in questo momento concreto della storia“, ha detto Francesco.

Spirito Santo

“Lo Spirito, che non si lascia rinchiudere né strumentalizzare con schemi, modalità e strutture fisse o caduche, ci propone di unirci al suo movimento capace di ‘fare nuove tutte le cose’ (Ap 21, 5)”.

Giovanni Bernardi

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]