Papa Innocenzo III, Il Pontefice che è stato in purgatorio.

 

papa-innocenzo-iii-590x365

La storia di Papa Innocenzo III

 

La storia in vita di Papa Innocenzo III è conosciuta da gran parte dei fedeli, grazie a lui Francesco D’Assisi ha potuto fondare l’ordine dei Francescani, durante il suo papato è stata dogmaticamente definita la dottrina della Transustansazione (IV Concilio Lateranense), ha combattuto strenuamente contro le eresie dilaganti in Europa e respinto gli assalti dei mussulmani. Un grande condottiero, oltre che Vicario di Cristo sulla terra, una forza dovuta alla sua giovane età (è stato uno dei papi più giovani della storia, eletto a soli 37 anni), che però è venuta a mancare prematuramente all’improvviso.

Parliamo, insomma, di un Papa che ha lasciato un grande segno sulla comunità cattolica, ma quello che non tutti sanno è ciò che è accaduto subito dopo la sua morte: Papa Innocenzo apparve a Santa Ludgarda di Aywieres, in Belgio. Figura imponente nel XIII secolo, Santa Ludgarda è considerata la più grande mistica dell’epoca, straordinaria insegnante è nota principalmente per i suoi Miracoli, le guarigioni e la levitazione.

Papa Innocenzo III apparve alla Santa per ringraziarla delle preghiere che le aveva offerto in vita, poi le confessò che non era andato direttamente in Paradiso ma che era rimasto in Purgatorio per purificarsi di tre mancanze specifiche, le ha spiegato quanto possa essere orribile per un cristiano vagare nel limbo e le chiese di pregare per lui in modo tale da alleviare la sofferenza che provava.

In molti casi, infatti, le anime rimangono a purificarsi nel Purgatorio, le mancanze in vita devono essere purificate e perché questo accada può passare molto tempo. Nell’aldilà il tempo è sospeso ma una procedura di purificazione nel Purgatorio può durare l’equivalente di una vita mortale. Per aiutare le anime in questa condizione non possiamo che pregare per loro, questo non accelera il processo di purificazione ma allevia la loro sofferenza