Il Papa ha incontrato i genitori di don Roberto Malgesini

Papa Francesco ha incontrato stamattina i genitori di don Roberto Malgesini, il sacerdote di strada ucciso a Como nelle scorse settimane da un tunisino. 

L’incontro tra il Papa e i familiari di don Roberto Malgesini – photo Vatican News

L’incontro è avvenuto poco prima dell’udienza generale ed è stato per tutti molto commovente. Don Roberto era infatti un esempio di carità e di fraternità, di applicazione del Vangelo nel servizio ai poveri e agli ultimi, nonostante sia stato proprio un senza fissa dimora che lui serviva con amore e abnegazione a infliggergli il colpo mortale.

Il Papa: quella di Don Roberto “è una morte che ravviva la fede”

Con i genitori di Don Roberto c’era anche il vescovo di Como Oscar Cantoni, che ha ricordato il sacerdote scomparso come “un prete capace di inondare di dolcezza ogni persona”. Il Papa stesso durante l’udienza ha raccontato il suo incontro con gli anziani genitori di don Roberto.

La sua morte, ha spiegato il Papa, è stata una testimonianza di una carità silenziosa, di una Chiesa bella e limpida che serve il prossimo fino al martirio, proprio sull’esempio di Gesù morto sulla Croce per la Salvezza dell’umanità. “Una morte che ravviva la fede”, ha detto il Papa.

don roberto

Le lacrime di mamma Ida e papà Bruno

Mamma Ida e papà Bruno sono arrivati dalla piccola frazione di Cosio Valtellino, Rogoledo, per pregare con il Papa nel ricordo di don Roberto. Con loro anche gli altri tre figli, Enrico, Mario e Caterina, con le loro famiglie. Si sono incontrati alle 8.45, subito prima dell’udienza generale, nell’auletta dell’aula Paolo VI. Hanno pianto insieme al Papa, in silenzio. Hanno chiesto al Pontefice una preghiera, e hanno ricevuto in cambio, in dono, una corona del rosario.

Parlando delle lacrime dei genitori di Don Roberto, il Papa ha spiegato che le parole non possono arrivare al dolore di avere perso un figlio che ha dato la vita nel servizio dei poveri. Ed è proprio con quelle lacrime, ha continuato il Papa, che ci si rivolge al Signore. “Il Papa ha benedetto i genitori di don Roberto. E’ stato un momento molto commovente”, ha raccontato il vescovo di Como.

Le parole del vescovo di Como Oscar Cantoni

“Il Papa ci ha ricordato che queste morti ravvivano la fede del popolo di Dio”, ha spiegato a Vatican News. “Sono delle persone che sono già in paradiso e dal paradiso sostengono il cammino del popolo di Dio, a volte duro, in modo molto speciale e in particolare per coloro che vivono direttamente per l’evangelizzazione. Ecco siamo usciti molto consolati da questo incontro, rafforzati nella fede e nella carità“.

Il vescovo di Como Oscar Cantoni – photo web source

Il vescovo entrando poi nel merito del funerale di Don Roberto, e di tutto ciò che ne è seguito, ha spiegato che “ci sono molte persone che si sono ci commosse per don Roberto e ancora vivono alla luce della sua testimonianza“. Il prelato ha infatti spiegato che quella di Don Roberto “è sempre stata una testimonianza silenziosa, lui agiva molto in sordina.

La testimonianza di fede e carità di Don Roberto

Come ha taciuto quando era tra di noi adesso la sua voce, la sua testimonianza diventa corale e quindi tanti ne parlano in tutta Italia ma oserei dire anche in altre parti del mondo”. Alla diocesi resta la cura e l’attenzione, oltre che la delicatezza, che il sacerdote metteva nel servizio alle “persone in sofferenza, soprattutto per i poveri, per il senzatetto, per coloro che sono profughi.

Ma la caratteristica di questo prete era quello di inondare di dolcezza e di tenerezza le singole persone, per cui era una carità molto ben indirizzata non così genericamente ma portata a tutti indiscriminatamente, chiunque fosse“.

Giovanni Bernardi

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]