Siamo capaci di lasciarci sorprendere da Dio?

Lo stupore di Giovanni il Battista davanti a Gesù che si battezza è lo stesso che dovremmo provare noi davanti a Dio.

Papa Francesco, nell’Angelus, ci manifesta la bontà di Dio che, in Gesù, si fa solidale con noi e salva il mondo dai nostri peccati.

Papa Francesco: “La testimonianza di Giovanni Battista”

Giovanni il Battista ha anticipato la venuta di Gesù. Il suo stupore e la sua meraviglia erano tali perché lo Spirito Santo era su di lui. Giovanni è stato il primo testimone di Cristo”. Con queste parole, Papa Francesco ha accolto, per il suo Angelus domenicale, i fedeli in Piazza San Pietro.

“Qualcosa di sconvolgente”

Giovanni ha visto qualcosa di sconvolgente, cioè il Figlio amato di Dio solidale con i peccatori. E’ Dio che offre il proprio Figlio per la salvezza dell’umanità. Giovanni Battista riconosce in Gesù l’agnello di Dio venuto per togliere i peccati del mondo.

Lasciamoci nuovamente sorprendere dalla scelta di Dio di stare dalla nostra parte, di farsi solidale con noi peccatori, e di salvare il mondo dal male facendosene carico totalmente” – ha detto il Santo Padre.

Papa Francesco: “Gesù è l’Agnello di Dio”

Papa Francesco ci fa capire, anche, come possiamo conoscere ancora di più Gesù: “Contempliamo con gli occhi e più ancora col cuore; e lasciamoci istruire dallo Spirito Santo, che dentro ci dice: È Lui! È il Figlio di Dio fattosi agnello, immolato per amore. Lui solo ha sofferto, ha espiato il peccato.

papa francesco angelus
photo Getty Images

Li ha portati tutti su di sé e li ha tolti da noi, perché noi fossimo finalmente liberi, non più schiavi del male. Sì, ancora poveri peccatori siamo, ma non schiavi, no, non schiavi: figli, figli di Dio!”.

L’invocazione e la preghiera di Francesco sono per ognuno di noi, affinché attraverso il nostro annuncio agli altri della Parola di Dio, possiamo essere veri testimoni di Cristo.

ROSALIA GIGLIANO

Fonte: vaticannews.va

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]