Papa Francesco: l’invito di Natale per cambiare la nostra vita – Video

In questo mese di dicembre, Papa Francesco ci invita ad una preghiera particolare e sentita rivolta a Cristo perché cambi la nostra vita.

“Preghiamo perché la nostra vita sia sempre di più legata alla parola di Dio”: con queste parole, Papa Francesco ci invita alla meditazione.

Papa Francesco e la preghiera di dicembre

In questo particolare mese di dicembre, il Santo Padre ci invita alla preghiera ed alla meditazione in occasione del Santo Natale. Pregare perché Cristo sia sempre più presente nella nostra vita e nella realtà che ci circonda. Pregare affinché ogni giorno sia sempre più nutrito dalla Parola di Dio.

La preghiera può cambiare la nostra vita ed avvicinarci sempre di più a Dio Padre. La preghiera è il cuore della missione della Chiesa, la chiave per poter entrare in dialogo con il Padre. Ogni volta che leggiamo un piccolo passo del Vangelo, ascoltiamo Gesù che ci parla” – spiega Papa Francesco.

papa francesco
photo getty images

“Senza la preghiera, non possiamo far nulla”

Possiamo fare tante cose, ma senza preghiera non funziona. Preghiamo affinché la nostra relazione personale con Gesù Cristo sia nutrita dalla Parola di Dio e da una vita di preghiera. Pregando, cambiamo la realtà. E cambiamo i nostri cuori. Il nostro cuore cambia quando prega” – conclude il Pontefice.

Papa Francesco: “Ascoltiamo il Signore che bussa al nostro cuore”

Pregare per il mondo intero, pregare per la Chiesa, pregare per ognuno di noi. Il Pontefice ci invita a questo: pregare, anche in silenzio, nell’intimo del nostro cuore, “perché questa è la preghiera più gradita a Dio”. “Per un cristiano la cosa più importante è l’incontro continuo con il Signore. Gesù bussa ogni giorno alla porta del nostro cuore […] Ascoltiamo il Signore che bussa. Ascoltiamo Dio ci tende sempre la mano e ci libera dalle minacce” – ci esorta.

papa francesco
Papa Francesco in preghiera

In questo momento così difficile che stiamo attraversando, la preghiera e la Parola ci siano di sostegno. La preghiera ci avvicina sempre di più al Padre e al suo Figlio Gesù che, anche quest’anno, discende per tornare nei nostri cuori a Natale. Accogliamolo con la preghiera e disponiamo il nostro cuore alla sua presenza fra noi.

Fonte: vaticannews.va

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]