Papa Francesco: l’Europa non perda il suo valore cristiano

L’Europa al centro dei pensieri di Papa Francesco

Durante il suo viaggio di ritorno dalla Romania, risponde alle domande dei giornalisti.

papa francesco viaggio bulgaria
papa francesco gettyimages

“L’Europa sia ancora come l’hanno sognata i padri fondatori”

Il papa ai giornalisti

Durante il suo viaggio di ritorno dalla Romania, come di consuetudine, papa Francesco si intrattiene con i giornalisti rispondendo alle loro domande. Tanti gli argomenti in ballo: l’Europa, i simboli religiosi, la politica, le impressioni e le considerazioni post viaggio apostolico.

Il mio pensiero, dopo questo viaggio, va all’intera Europa. Io prego affinchè non vada mai a perdere lo spirito, il sogno di quelli che l’avevano fondata” – è questo il pensiero del santo padre. Un’Europa che non perda le sue radici cristiane, che non perda il valore dei suoi simboli, un’Europa che sappia accogliere e non chiudersi in se stessa.

Siate operatori di comunicazione

Ed, in occasione della Giornata Mondiale delle Comunicazioni sociali, a chi gli chiedeva cosa ne pensa dell’attuale situazione in Europa proprio dal punto di vista sociale e dell’informazione, papa Francesco ha risposto: “Il mio pensiero va a voi: a voi che siete operatori delle comunicazioni, siate testimoni delle buone parole. Il vostro lavoro è quello di creare contatti sì, ma forse è meglio avere meno contatti e un po’ più di comunicazione”.

Un’attenzione particolare, il santo padre l’ha posta ai tanti migranti che, anche dall’Est Europa, proprio da dove lui ritornava, emigrano verso le nostre zone: “Chi si stacca dalla propria famiglia, un giorno, sogna di ricongiungerla a se, magari nel nuovo territorio dove ha trovato lavoro. In questo paese che è stato devastato dalla dittatura, sono stati tanti i migranti che hanno lasciato le loro terre e sono arrivati anche in Italia. Quello che mi auguro è che, in Europa, non manchi mai la solidarietà nell’accogliere e nell’aiutare queste persone” – ha detto papa Francesco.

Il cristianesimo in Europa

In una nuova era politica che si apre per l’Europa, papa Francesco confessa di leggere giornali solo come L’Osservatore Romano ed il Messaggero: “Io prego per tutti, perché l’Italia vada avanti, perché gli italiani si uniscano e siano sempre leali fra loro. Così come lo debbano essere tutti i popoli delle singole nazioni europee. Perché non si perda mai il valore della cristianità che unisce l’Europa e, con essa, i suoi simboli e valori cristiani” – ha concluso il papa.

ROSALIA GIGLIANO

Fonte: aleteia.org

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]