Papa Francesco Elogia il popolo del family day….

WIKI-Papa-740x493

La Notizia è di questi giorni, il portavoce ufficiale del Family Day, Massimo Gandolfini, è stato ricevuto Da papa Francesco in udienza privata in Vaticano, per incoraggiarlo ad andare avanti..

Il portavoce del Family Day, Massimo Gandolfini, è stato oggi ricevuto in udienza privata da Papa Francesco, il quale ha esortato i difensori della famiglia a proseguire nell’impegno: «vi ringrazio per quello che state facendo», ha detto Francesco.

«Il Papa si è detto molto soddisfatto», ha spiegato Gandolfini a Radio Vaticana. «Era al corrente dei due“Family Day” del 20 giugno 2015 e del 30 gennaio scorso; ho chiesto proprio esplicitamente se poteva darmi una parola e sostanzialmente il Papa ha detto: “Sono molto contento; la e vi ringrazio per quello che state facendo”; e io gli ho posto proprio la domanda esplicita: “Dobbiamo andare avanti? Vuole dare qualche correzione?”. Mi ha detto: “Andate avanti così; siate un laicato forte, ben formato, con una retta coscienza cristiana“. E poi: “Agite liberamente”».
In una seconda intervista, Massimo Gandolfini, portavoce del Family Day, ha affermato: «Il Papa ci ha invitati a essere rispettosi nel linguaggio. Gli ho fatto presente che è esattamente quello che facciamo. E’ stato un incontro di grandissima condivisione ed empatia. Il Papa mi ha accolto come un figlio ed era quello che volevo; abbiamo potuto parlare di tante cose, alcuni temi generali e anche altri più specifici come le unioni civili e l’educazione gender nelle nostre scuole. Il Pontefice ha manifestato una totale condivisione di valori e di principi. Ci ha invitato a impegnarci nell’agone politico perché si possano trovare degli strumenti legislativi, educativi e formativi che possano tradurre in pratica i principi cristiani. Quella del Successore di Pietro è una convalida di grandissimo valore». Rispetto al disegno di legge sulle unioni civili, «si è mostrato molto amareggiato, specie sulla questione dell’utero in affitto». In un’intervista all’ANSA, Gandolfini ha aggiunto: «La linea del Papa è molto chiara: la Chiesa deve insistere sui grandi principi e valori ma deve contare su un laicato attivo, ben formato, che possa affrontare la tenzone quotidiana, il confronto e scontro politico». E ancora: «Quando ho fatto presente che rischiamo di programmare figli orfani di una padre o di una madre, la sua reazione è stata nettissima. Non mi ricordo se ha usata la parola ‘obbrobrio’ o ‘terribile’. Ricordo bene però che ha battuto il pugno sul tavolo e ha detto: “Ma i bambini devono avere un papà e una mamma!”. Gli ho parlato anche della legge italiana sulle unioni civili, una legge brutta e iniqua. Ho ribadito che il tema non sono i diritti, che sono tutelati, ma il volere diffondere modelli familiari diversi e, se vogliamo, anche ingiusti se si considera l’ottica dei bambini. E il Santo Padre si è mostrato assolutamente d’accordo con me».

All’agenzia Zenit.it, Gandolfini ha riferito anche altre parole dette dal Pontefice: «Spetta a me, in quanto Papa, ribadire i principi che sono patrimonio secolare della Chiesa. Spetta a voi, che siete laici con una coscienza ben formata, protrarre l’impegno per difendere questi principi nella società».