Papa Francesco contro l’amministrazione Trump: “Immorale separare i figli dai genitori”

Papa Francesco contro l'amministrazione Trump: "Immorale separare i figli dai genitori"In una recente intervista concessa a ‘Reuters‘, papa Francesco ha condannato l’amministrazione Trump per la decisione di separare dai genitori i figli di migranti che provano ad attraversare il confine tra Stati Uniti e Messico illegalmente. Il riferimento è ovviamente alle foto apparse in questi giorni sul web che mostrano i bambini messicani in lacrime mentre si trovano reclusi in strutture oppure sono separati dai genitori. Le foto hanno suscitato uno scandalo tale da convincere diversi membri del Congresso di fede repubblicana a proporre un disegno di legge per aumentare la tutela dei minori e dei migranti che attraversano la frontiera attraverso l’elezione di nuovi giudici. Una decisione che vede fortemente contrario il presidente Trump ma alla quale probabilmente non potrà opporsi per mancanza di numeri.

Sulla questione il Santo Padre ha dichiarato all’agenzia di stampa che separare i genitori dai figli: “Non rispecchia i nostri valori, è immorale”, quindi ha aggiunto che la soluzione alla migrazione incontrollata non sono i populismi ed ha concluso: “Sono dello stesso avviso dei vescovi appartenenti alla Conferenza episcopale. Lasciate che chiarisca, nutro profondo rispetto per la posizione della Conferenza episcopale”. Questi infatti mirano alla totale assenza di immigrazione e ad esacerbare gli animi contro i migranti creando fratture insanabili tra le varie etnie.

Papa Francesco ed il caso Aquarius

Nel corso della stessa intervista papa Francesco si è soffermato a commentare il caso Aquarius, sul quale ha detto: “Credo che non si debba respingere la gente che arriva, si devono ricevere, aiutare e sistemare, accompagnare e poi vedere dove metterli, ma in tutta l’Europa”. Una posizione che il pontefice ha espresso più volte nel corso dell’anno, invitando i cittadini italiani ed i migranti a fare uno sforzo verso l’altro per evitare che si creino situazioni di tensione che nuocciono ad entrambe le parti in causa.

Luca Scapatello