Papa Francesco: la via della santità è la nostra carta d’identità – Video

Nella solennità di Tutti i Santi, Papa Francesco nel suo Angelus ci invita a essere Santi, e ci spiega anche come.

“Esser Santi è un modello di vita controcorrente”. Con queste parole, Papa Francesco ci parla della Santità come modello da imitare.

Papa Francesco: “Essere Santi, come Gesù ci vuole”

L’esser Santi, una vita per la santità: questo è quello che, nella festa del 1 novembre, dedicata a tutti i Santi in cielo e in terra, Papa Francesco ci invita ad essere. La santità che ci rende forti, la santità che ci rende felici, la santità che ci rende liberi.

I Santi che sono veramente felici perché hanno scoperto il segreto della felicità autentica, i Santi che sono i testimoni più autorevoli della speranza cristiana perché l’hanno vissuta in pienezza nella loro esistenza, tra gioie e sofferenze, attuando le Beatitudini” – ha detto il Santo Padre.

“La via della santità è la carta d’identità del cristiano”

Papa Francesco ha, più volte, indicato la via della beatitudine come la via della santità: “La via della santità è la carta d’identità del cristiano. E il tutto parte dalla prima delle Beatitudini: Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati. Sembrano parole contraddittorie perché il pianto non è segno di gioia e felicità […] Eppure Gesù proclama beati proprio coloro che piangono perché, nonostante tutto, confidano nel Signore e si pongono sotto la sua ombra”.

papa francesco
photo getty images

Papa Francesco: “Abbiamo bisogno di mitezza”

Il Pontefice, però, concentra la sua attenzione anche sui miti di cuore: “Miti sono coloro che sanno dominare sé stessi, che lasciano spazio all’altro, lo ascoltano e lo rispettano nel suo modo di vivere, nei suoi bisogni e nelle sue richieste.

Queste persone sono invece preziose agli occhi di Dio, il quale dà loro in eredità la terra promessa, cioè la vita eterna […] Abbiamo bisogno di mitezza per andare avanti nel cammino della santità. Ascoltare, rispettare, non aggredire: mitezza”.

Quasi un grido, una richiesta a Dio: i miti ci accompagnano alla santità: “La solennità di oggi, che celebra Tutti i Santi, ci ricorda la personale e universale vocazione alla santità, e ci propone i modelli sicuri per questo cammino” – conclude Francesco.

Una vita santa, una vita come i Santi. Questo è quello che ci chiede Gesù.

Fonte: vaticannews.va

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]