Papa Francesco: ecco come il diavolo mina l’unità della chiesa

“Il diavolo ha due armi potentissime per distruggere la Chiesa: le divisioni e i soldi”; “divisioni ideologiche, teologiche, che laceravano la Chiesa. Il diavolo semina gelosie, ambizioni, idee, ma per dividere! O semina cupidigia”.
Ecco cosa ritiene accada, anche nella chiesa, il Papa, che mai cessa di metterci in guardia, nelle sue omelie, contro il potere che il maligno ha su di noi.
“E’ una guerra sporca quella delle divisioni è come un terrorismo”, “butta la bomba, distrugge”.

E, come dice anche il Vangelo, se un regno è diviso in se stesso, non potrà reggere. Sono le divisioni, quelle dettate dalla voglia di possedere beni materiali, al di la del nostro bisogno, o di cercare di surclassare i fratelli, volendo godere del privilegio di esser ritenuti i primi agli occhi degli uomini (ben lontano da ciò che invece chiede il Dio degli ultimi), che creano terreno fertile, perché attecchisca il male
“E le divisioni nella Chiesa non lasciano che il Regno di Dio cresca; non lasciano che il Signore si faccia vedere bene, come è Lui. Le divisioni fanno sì che si veda questa parte, quest’altra contro di questa, contro di … sempre contro! Non c’è l’olio dell’unità, il balsamo dell’unità. Ma il diavolo va oltre, non solo nella comunità cristiana, va proprio alla radice dell’unità cristiana (…), cioè alla celebrazione Eucaristica”.

Il Papa incita alla preghiera comunitaria, per chiedere la grazia dell’unità dei fratelli in Cristo, membra dell’unico Corpo Mistico che è la Chiesa universale, unico escamotage perché il male venga respinto e il Regno di Dio esca vittorioso dalla storia dell’umanità.
“Io vi chiedo di fare tutto il possibile per non distruggere la Chiesa con le divisioni, siano ideologiche, siano di cupidigia e di ambizione, siano di gelosie. E soprattutto di pregare e custodire la fonte, la radice propria dell’unità della Chiesa, che è il Corpo di Cristo; che noi – tutti i giorni – celebriamo nel suo sacrificio nell’Eucarestia”.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]