Padre schiavo di satana sacrifica la figlia

uccide la figliaUccide la figlia che tanto adorava, perché, sotto l’effetto della droga, ha creduto di doverla sacrificare ma a parlare era satana.
E’ accaduto a Cali, in Colombia, la ragazza aveva solo 16 e l’inchiesta parla di rituali satanici.

Lei si chiamava America Diana e nessuno di coloro che la conoscevano sa capacitarsi di quanto che è accaduto. Il padre, Alberto Henao, di 33 anni, che subito dopo l’omicidio ha coperto il corpo della sua bambina esanime e si è costituito alla Polizia, ha raccontato di aver sentito delle voci che gli ordinavano cosa fare: un rito satanico e poi il “Triste Mietitore” gli avrebbe detto di stringere le sue mani intorno al collo della figlia, fino ad ucciderla!

Lui è un falegname ed amava sua figlia, tanto da tatuarsi il suo nome sul petto. Lei, America Diana, ne andava fiera ed era molto legata al genitore, nonostante si fosse separato dalla sua mamma.
I vicini testimoniano di aver sentito musica heavy ad alto volume, provenire dalla sua abitazione, prima che accadesse il fatto.

“Era coerente e lucido. Ha spiegato che una voce dentro di lui gli diceva di ucciderla. Ci ha detto che era la Morte a parlargli”, ha detto ai giornali locali il Colonnello Oscar Lamprea, che si sta occupando dell’omicidio.
Ora, Alberto Henao dovrà rispondere dell’accusa di omicidio colposo, ma mai si perdonerà ciò che ha fatto, sotto l’effetto della droga, di influenze spirituali devastanti, alla figlia che tanto le era devota e affezionata.

Non è certo la prima volta che si legge di tragedie familiari di questo genere, ma speriamo sia l’ultima, poiché è davvero inconcepibile che per un genitore, la voce di Satana sia più potente e influente di quella del proprio cuore, che dovrebbe insegnare a proteggere i figli, ad ogni costo.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI