Padre Pio opera Miracoli più di prima, io sono la prova! (VIDEO)

I Miracoli Esistono Miracoli Recenti Di Padre Pio Pace e bene, mi chiamo Pio e sono di Foggia, ho 23 anni e sono un laico consacrato. La mia vita è segnata da Padre Pio ben 2 volte, ma tutto partì dal momento della mia nascita. Era la sera dell’11 Luglio 1991, mia madre era in sala parto per partorire, ma ebbe delle complicazioni. Ebbe una emorragia ed il cordone ombelicale era attorcigliato al collo rischiando di farmi morire soffocato. I medici dissero che se non ero già morto nel grembo, di li a poco sarei morto. Mia mamma presa dal dolore, invoca Gesù e chiede l’intercessione di Padre Pio dicendo che se fossi nato mi avrebbe chiamato come lui. Alla fine di questa richiesta il cordone ombelicale miracolosamente si sposta sulla gamba sinistra ed io nasco senza conseguenze. I medici dissero: è un miracolo!!! Porto il nome di Pio, proprio per questa grazia ricevuta. Un altro evento accadde quando io avevo l’età di 9 anni, fui colpito da forti mal di testa, cosi forti che dal dolore svenivo. Mi ricoverano nel reparto neurologico. Facendomi l’esame dell’elettroencefalogramma risulta che io avevo la vena del cervello otturata e quindi rischiavo un ictus. Il medico disse a mia madre che c’era una soluzione ed era quella di operarmi, ma le disse che sarei sicuramente potuto rimanere sulla sedia a rotelle. Mia madre mi fece uscire dall’ospedale dicendo che mi avrebbe fatto ricoverare a San Giovanni Rotondo, ma ciò non è stato necessario. La sera, dopo essere uscito dall’ospedale, preparavo con mia madre le valigie, ad un tratto mentre esco dalla camera da letto, vedo Padre Pio venirmi incontro ed io gridando dissi: “Mamma Padre Pio”. Mia mamma cerca di tranquillizzarmi e mentre mi porta in cucina ad un tratto nel salone io cado in ginocchio con gli occhi spalancati guardando fisso in una direzione. Mia mamma spaventata mi chiama ma io immobile guardavo tutt’altro. Pur stando a casa mia, mi ritrovai in un posto meraviglioso, pieno di luce. Ad un tratto vedo Padre Pio sorridente ma non mi parlò, si mise dietro le mie spalle ed ad un tratto vidi una grande Luce dorata. Era un uomo molto alto di una bellezza e Luce bellissima che mi disse: “Non temere sono l’Arcangelo Michele”. Ad un tratto Padre Pio mi mise la mano sul capo ed io sentii scomparire il mio mal di testa. L’Arcangelo Michele aggiunse: “Sei stato guarito per mezzo di nostro Salvatore Gesù Cristo, d’ora in poi tu non andrai più in ospedale”. Una Luce mi acceca e mi riprendo, dicendo a mia mamma: “Mamma sono guarito” e raccontandogli tutto. I miei genitori, vollero riportarmi in ospedale facendomi rifare quell’esame. I medici rimangono stupiti perchè la vena otturata si era liberata; i medici dissero: “Solo Dio ha potuto fare questo”. Varie volte mi invitano a testimoniare ed io con gioia vado tutto per Gesù.